frendeites

Il distretto di Bassin de Bordeaux (33) è definito da un paesaggio industriale in riva al mare, tra architettura e natura. Un'ambientazione speciale in cui fa parte il Dock G6, un set misto con una silhouette manifatturiera firmata King Kong.

Ai margini dell'Oceano Atlantico, l'architetto Nicolas Dahan erige una discreta villa in legno alternando il vuoto e il pieno e sfocando il confine tra esterno e interno. Un vero inno alla natura.

Il distretto di Saint-Lazare è impreziosito da un nuovo complesso terziario. Firmato dallo studio Ferrier Marchetti, il progetto si distingue per la facciata in vetro leggermente colorato che gioca con i raggi del sole. Un insieme di riflessioni poetiche che gioca con il suo ambiente.

Nel 13 ° arrondissement di Parigi, l'agenzia parigina Olivier Palatre Architectes sta realizzando la ristrutturazione e l'ampliamento di due asili nido in rue Max Jacob. Il luogo ideale per lo sviluppo dei bambini del vicinato!

L'agenzia di architettura di Barcellona Onze04 trasforma uno spazio commerciale in uno spazio minimo dedicato all'hosting di una pratica oftalmologica. In altre parole, il progetto costituisce un'impresa architettonica che privilegia il settore medico.

L'Atelier 56S riabilita la sala polivalente di Bréal-sous-Vitré (35) in un centro sociale e culturale contemporaneo. Combinando l'edificio storico con nuove attrezzature, il progetto è un'isola architettonica eterogenea destinata ad ospitare una sala polivalente, una biblioteca multimediale e un centro ricreativo ALSH.

È per la città di Villejuif (92) che il duo formato dagli architetti Claire Garcia Barriet e Alejandro Garcia Marta, a capo di Overcode, ha completamente reinventato la biblioteca pubblica. Chiamato PULP per le piccole unità di lettura pubbliche, il progetto include due unità mobili e prefabbricate simili, ognuna delle quali ospita una biblioteca locale. Ritorno sulla storia di questa innovativa attrezzatura pubblica.

Nell'ambito del grande progetto di pianificazione urbana EuroRennes avviato nel 2008, l'agenzia di architettura Jean-Paul Viguier et Associés firma Identity One, un edificio HQE, che apre la sfera di un insieme di tre edifici chiamati Identity. Consegnato nell'aprile 2019, l'edificio ha accolto i suoi primi occupanti da allora e anticipa l'avvento del futuro quartiere degli affari di Rennes Métropole (35). Scopri il primo episodio di questa soap opera architettonica.
Mostra più
Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

I più letti

1

Un nuovo posto di lavoro per RATP Habitat

2

Una villa sulle alture di Ibiza

3

Il duo di designer di Studioparisien