frendeites
comunità



Vincen Cornu Architecture : La Rose des vents

Vincen Cornu dimostra con questo rapporto di costruzione che se ogni momento di un pensiero costruttivo è parte di un'intenzione determinata dalle qualità urbane e domestiche, l'architettura che genera può concretamente rendere sensibile la sua legittimità estetica e sociale.

L'edificio fa parte di un lotto d'angolo ai margini dello ZAC Atlantis of Massy, ​​negli ettari 44 del distretto di Ampère che Dominique Petermüller è l'architetto coordinatore. Data la densità imposta dalla costruzione degli appartamenti 63, l'architetto Vincen Cornu ha scolpito i volumi in modo che l'edificio potesse segnare l'ingresso del quartiere per la sua monumentalità offrendo allo stesso tempo una porosità e profondità che sono un garanzia di comfort urbano. La raggiunge prima tagliando in tre emergenze - all'angolo e alle estremità - separate da ampie terrazze. Questo splicing permette soprattutto al sole di penetrare da queste falle per illuminare, secondo l'ora, il cuore dell'isolotto o della strada.
Avenue Émile-Baudot, grandi logge da tiro scavare la facciata; la scelta del solido calcestruzzo bianco rafforza l'impressione che sarebbero stati tagliati nel volume dell'edificio. Infine, l'ampia rientranza del piano terra, che forma un portico tra la strada e il cortile interno, porta lo sguardo del pedone nella parte più profonda della trama, offrendo il piacere del suo giardino privato ai passanti di Jean-François Street. -of-the-Perugia.

Se questa operazione soddisfa brillantemente tutte le esigenze di abitabilità urbana, spaziale e abitativa che ci si aspetta da un'architettura residenziale, il rigore del suo design costruttivo e la perfezione della sua implementazione portano queste qualità a un grado raramente visto, specialmente nella promozione privata per l'adesione. Per raggiungere questo obiettivo, Vincen Cornu ha convinto il cliente a fare appello all'azienda Rennes Legendre, con la quale aveva già collaborato, noto per il suo know-how nel calcestruzzo grezzo. La progettazione dei giunti di dilatazione, le parti inferiori delle logge e dei balconi, l'incrostazione dei gusci nella matrice a punta di diamante, l'intelligente spazzamento dei calcestruzzi del suolo rudimentale, tutta questa maestria produce un'impressione strabiliante. Nasce da quest'arte di riconciliazione di massività e raffinatezza. Contribuisce anche al legno, alle aree comuni di terra, alle terrazze levigate, ai soffitti delle sale e ai passaggi, che si accordano delicatamente con il biondo del cemento. Abilmente costruito nel telaio, infissi in legno-alluminio e persiane lasciano solo una linea sottile segnare i contorni delle finestre, accentuando tutta la sensazione di massa minerale.

C'è sempre qualcosa di saggio e arcaico nella dolce modernità di Vincen Cornu. Se in qualsiasi momento la sua architettura non imita la stereotomia della pietra, la razionalità che determina la sua stessa tettonica produce la sensazione di equilibrio e forza che gli edifici romanici più belli evocano.

Titolo del progetto: Il vento si alzò
luogo: Massy (91)
proprietario: First Avenue-SCI Massy IV
Project management: Architetto Vincen Cornu
zona: 4 883 metri quadrati
Costo dei lavori: 7 110 000 € HT
Calendario: Consegna estiva 2017

Per ulteriori informazioni, visitare il sito il sito di Vincen Cornu Architecture

Testo: "63 housing in private home", Emmanuel Caille, di un 256, settembre 2017
Fotografie: Martin Argyroglo

Pubblica il tuo commento

0
  • Non ci sono commenti su questo articolo.

ADC Awards

ADC-Awards-logo-2017 250-01
Le realizzazioni architettoniche più importanti eletti dalla comunità professionale

>> Per saperne di più

MIAWs

Miaw logo ok bianco

Un premio internazionale per i migliori prodotti per architetti e professionisti di layout

>> Per saperne di più

CONTATTACI!

5, Saulnier Street - 75009 PARIS

T: + (33) 1 42 61 61 81

F: + (33) 1 42 61 61 82

[Email protected]

www.muuuz.com

su

il mio conto

Versione mobile