frendeites
comunità



Benyuan Design and Research Center : Dom-Ino Pavilion

In 1915, il sistema costruttivo "Dom-ino", inventato da Le Corbusier, ha rivoluzionato la progettazione architettonica, compresa l'introduzione della facciata e del piano libero. Cento anni dopo, una casa abbandonata con pilastri e lastre di cemento si trova in un piccolo villaggio cinese. Abbandonato, non rimarrà a lungo da quando è stato rinnovato dal Design and Research Center di Benyuan e diventa uno degli headliner della Biennale di Urbanistica e Architettura di Shenzhen (Cina).

Ben prima della sua ristrutturazione, questa casa di 303 metri quadrati sul terreno composta da due lastre quadrate sovrapposte è già stata fatta esplodere nell'architettura vernacolare del piccolo villaggio di Shangwei (Cina) dove si trova. La giovinezza del Design and Research Center di Benyuan, un'istituzione dedicata alla ricerca e all'insegnamento in medicina, urbanistica e architettura, ha dato il suo nome. Spogliato dalle pareti, il padiglione Dom-Ino presenta le grandi porte in ferro forato 24, tra cui 16 con asse centrale di rotazione, offrendo la possibilità di creare molte disposizioni spaziali. A seconda della loro posizione aperta o chiusa, questi possono quindi, come vogliono gli organizzatori delimitare un terrazzo nella parte esterna di uno dei due vassoi o diventare un muro all'interno.

6444nomini

Privo della sua funzione domestica primaria, il luogo intende diventare una piattaforma flessibile in grado di ospitare mostre, spettacoli, conferenze o riunioni. Il piano terra modulare comprende, oltre alla sua parte pubblica, uno studio che può essere facilmente trasformato in ufficio o anche in una galleria, mentre il secondo livello è interamente dedicato alla ricezione di eventi. Per completare questi dispositivi incontro e scambio, una terrazza sul tetto definita da un'installazione circolare di aste metalliche può accogliere gli ospiti all'aperto.

Grazie ai motivi circolari traforati nelle aperture di metallo, la luce viene filtrata alla maniera di un moucharabieh. Di notte, l'illuminazione è immaginata in modo che le ombre formino il volto di Corbusier, architetto e teorico all'origine di questo modello di costruzione.

Un luogo unico che dà vita a un prototipo di 100 anni, che non ha ancora preso un giro!

Foto: Chao Zhang

Pubblica il tuo commento

0
  • Non ci sono commenti su questo articolo.

ADC Awards

ADC-Awards-logo-2017 250-01
Le realizzazioni architettoniche più importanti eletti dalla comunità professionale

>> Per saperne di più

MIAWs

Miaw logo ok bianco

Un premio internazionale per i migliori prodotti per architetti e professionisti di layout

>> Per saperne di più

CONTATTACI!

5, Saulnier Street - 75009 PARIS

T: + (33) 1 42 61 61 81

F: + (33) 1 42 61 61 82

[Email protected]

www.muuuz.com

su

il mio conto

Versione mobile