frendeites
comunità



Andrew D. Berman : Chapelle

Per la prima volta nella sua storia, la città-stato del Vaticano entra nella prestigiosa Biennale di Venezia (Italia). Una presenza celebrata da dieci architetti di tutto il mondo, reinterpretando ciascuno a modo proprio il tema della cappella sull'isola di San Giorgio Maggiore. Un esercizio di stile che rispolvera l'immagine della sede della Chiesa cattolica.

Ci sono voluti più di un secolo di aspettare fino a quando il Vaticano fa parte della rinomata mostra d'arte Biennale di Architettura di Venezia di fama mondiale creato nel 1895.
Dei dieci persone scelte dallo storico Francesco Dal Co architettura, commissionato dalla città-stato, di immaginare la Chiesa di domani: Eva Prats e Ricardo Flores (Spagna), Eduardo Souto de Moura (Portogallo), Francesco Cellini (Italia), Norman Foster (UK), Smiljan Radic (Cile), Carla Juaçaba (Brasile), Javier Corvalán (Paraguay), Sean Godsell (Australia), Teronobu Fujimori (Giappone), e Andrew D. Berman (United UNITI). Tutti i padiglioni possono essere smantellati in modo che possano essere successivamente installati in luoghi privi di luoghi di culto.

È sulla chiesa made in USA che la nostra attenzione sarà focalizzata.
Andrew D. Berman è un architetto americano con sede a New York da 1995, il cui lavoro è stato salutato da una pioggia di premi. È a lui che si deve per esempio il padiglione d'ingresso del MoMa / PS1 di New York o il Biblioteca di Stapleton, situato nello stesso stato.
A Venezia, il capomastro offre un piano triangolare chiuso da spessi muri su due lati e completamente aperto agli elementi e alle viste sul terzo. Lo spazio così creato, coperto dal pavimento al soffitto multistrato verniciato nero, contrasta con il relativo rivestimento esterno in policarbonato bianco, utilizzato sia in verticale per il rivestimento per il tetto di una padella. Un design semplice che lascia spazio per l'essenziale: una panchina, tutta vestita di bianco, che si erge al di sopra di due fasi che occupano la larghezza dell'ingresso. Questi tre volumi sono gli unici rilievi del gioco immaginato da Andrew D. Berman. Una reinterpretazione negativo della chiesa progettata in 1920 anni a Stoccolma dal svedese Gunnar Asplund, ma anche di forma triangolare bianco all'interno e nero all'esterno, che serviva come riferimento per l'ordine del Vaticano. Qui, il visitatore è invitato a sedersi per osservare ciò che lo circonda. E altro se affinità ...

Biennale di Architettura da Venezia, Venezia (Italia), fino al 25 di novembre 2018

Per ulteriori informazioni, visitare il sito Il sito di Andrew D. Berman

Fotografie: Alessandra Chemollo

Pubblica il tuo commento

0
  • Non ci sono commenti su questo articolo.

ADC Awards

ADC-Awards-logo-2017 250-01
Le realizzazioni architettoniche più importanti eletti dalla comunità professionale

>> Per saperne di più

MIAWs

Miaw logo ok bianco

Un premio internazionale per i migliori prodotti per architetti e professionisti di layout

>> Per saperne di più

CONTATTACI!

5, Saulnier Street - 75009 PARIS

T: + (33) 1 42 61 61 81

F: + (33) 1 42 61 61 82

[Email protected]

www.muuuz.com

su

il mio conto

Versione mobile