frendeites
comunità

ARBA- : Entre les murs

Tra le mura ... Quèsaco? Il sequel del film diretto da Laurent Cantet e premiato al Festival di Cannes di 2008? Che nenni! Questa è una casa progettata dall'agenzia di architettura ARBA- en 2017 nella città di Thomery. Una realizzazione un po 'speciale, perché impiantata su un terreno delimitato - e tagliato - da muri di viti con cui i progettisti dovevano comporre ...

Quando i clienti affidano la loro missione per la progettazione di una casa di famiglia su questo terreno situato a Thomery (77), un piccolo paese ai margini della foresta di Fontainebleau, il John gli architetti Battista Barache e Sihem Lamine si trovano di fronte a un dilemma piuttosto insolito . Infatti, la città è caratterizzata dalla presenza di centinaia di mura di vigneti che delimitano le proprietà degli abitanti. Fino ad allora, niente di molto complesso, tranne per il fatto che il pacco in questione è appena accatastato in mezzo a uno di questi muri bassi.

6824nomini1

"Gran parte della poetica del luogo proveniva da questo muro, l'apparato della pietra. Ha creato un ecosistema attorno a lui: generando ombra, ha immagazzinato le calorie e le ha ridate alle piante rampicanti. Ma disturbava, dividendo in due un terreno che si sarebbe voluto unitario e aperto! ", testimoniano Jean-Baptiste Barache e Sihem Lamine. Così di fronte alla magia che emana da questa eredità, gli architetti si chiedono: "Dovrebbe distruggerlo e ricreare di nuovo? O al massimo, riutilizzare le sue pietre? Doveva tenere questo oggetto intatto, come è stato trovato, il "rispetto", come avrebbero rispettato un albero o un oggetto del patrimonio? Queste domande sono di serie per i professionisti del patrimonio, ma noi siamo i creatori di "nuovo", e quel muro non era un oggetto del patrimonio in senso classico. "

Fortunatamente per il muro del vigneto, Jean-Baptiste Barache e Sihem Lamine non sono solo "Creatori del nuovo". Sono anche architetti sensibili. Quindi il duo sceglie di mantenere questo elemento, che alla fine viene tagliato al centro. La casa è costruita in legno a pianta quadrata, tra il muro nord e il famoso muro, quindi ha tre giardini indipendenti: est, sud e ovest. Intorno al progetto, una passerella facilita il movimento dei residenti e occupa il vuoto lasciato tra le facciate e gli spazi esterni protetti dal tempo e aiuta a nascondere il limite in / out.

6824nomini2

Anche dentro, il legno è il re. "Gli interni e le pareti divisorie sono in compensato di betulla"spiegare i costruttori. Giardino terra, ampio soggiorno ha una bellissima e piacevole soffitti alti, grazie alla perforazione di un atrio centrale evidenziata dalla presenza della stufa e la sua pipa. Nei due piani superiori, le camere intime si affacciano su questo vuoto, consentendo agli occupanti di rimanere sempre in contatto. Ultimo dettaglio interessante: i pannelli controventati delle pareti in legno, solitamente nascoste, sono qui lasciati esposti e semplicemente dipinti di bianco. Un buon modo per unire risparmio di budget ed estetica ...

Per ulteriori informazioni, visitare il sito il sito di ARBA-

Fotografie: Daniel Moulinet

Pubblica il tuo commento

0
  • Non ci sono commenti su questo articolo.

ADC Awards

ADC-Awards-logo-2017 250-01
Le realizzazioni architettoniche più importanti eletti dalla comunità professionale

>> Per saperne di più

MIAWs

Miaw logo ok bianco

Un premio internazionale per i migliori prodotti per architetti e professionisti di layout

>> Per saperne di più

CONTATTACI!

5, Saulnier Street - 75009 PARIS

T: + (33) 1 42 61 61 81

F: + (33) 1 42 61 61 82

[Email protected]

www.muuuz.com

su

il mio conto

Versione mobile