frendeites
comunità



Bruno Gaudin Architectes : Médiathèque Louis Aragon

Una mediateca in un vecchio castello ... Ecco un bel posto dato alla cultura! Consegnato quest'anno dall'agenzia Bruno Gaudin Architects, la biblioteca Louis Aragon occupa il sito del castel de la Motte, a Stains. Un'operazione di ristrutturazione / estensione condotta per offrire bibliofili, appassionati di cinema e altri ludofili una vetrina delle loro opere preferite ...

A Stains, in Seine-Saint-Denis, il portale del vecchio Château de la Motte funge da macchina per tornare indietro nel tempo; vestigia storiche, testimonia le numerose costruzioni e demolizioni inflitte al castello. Anche se sono ancora in piedi nonostante le turbolenze della storia - con la testa, la guerra franco-tedesca 1870 e bombardamenti - il portico d'ingresso e chiave di volta con l'immagine di Nettuno n ' benvenuto a più castellani, ma amanti della cultura. Infatti, da alcuni mesi, il sito ospita la mediateca Louis Aragon e 50 000 documenti presi in prestito o disponibili sul sito; una ristrutturazione eseguita per quattro anni da Bruno Gaudin Architects per Plaine Commune.

6852nomini1

"Il castello è all'origine della composizione, spiegare i designer. I resti lasciati dalla Storia - principalmente il portico e il vecchio cortile - hanno guidato la progettazione del nuovo edificio. " Di conseguenza, la costruzione in cemento dimostra la volontà di rendere conto del vecchio piano di proprietà a forma di U, tranne che al posto del cortile ora c'è un grande spazio a doppia altezza. È lì, sotto un soffitto rivestito di una rete di legno laminato, che romanzi, notizie e altre storie di avventure aspettano pazientemente un lettore in cerca di una fuga per divorarli. Inoltre, un mezzanino a cui si accede da una scala curva completa il cosiddetto spazio "Leggi». Intorno a questo nucleo ci sono gli altri elementi del programma: sale di lavoro, uffici, "Album polacchi e prime letture" e auditorium al piano terra; «Centro di musica e immagini» e parti tecniche al piano di sopra.

6852nomini2

Ansioso di proporre un felice connubio tra l'esistente e la sua estensione, il team di Bruno Gaudin dà una particolare attenzione ai materiali apparenti: "Le trame, anche se di diversi colori e tonalità, creano un sottile dialogo tra le due entità. Per quanto riguarda il nuovo edificio, abbiamo preferito pietra, legno, vetro e alluminio. lato del Castello, sono rivestiti con calce, cornici in pietra, cornici e sculture, tutti restaurati, che ripristinerà il brio esistente della vecchia " concludere gli architetti.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito il sito di Bruno Gaudin Architectes

Foto: Takuji Shimmura

Pubblica il tuo commento

0
  • Non ci sono commenti su questo articolo.

ADC Awards

ADC-Awards-logo-2017 250-01
Le realizzazioni architettoniche più importanti eletti dalla comunità professionale

>> Per saperne di più

MIAWs

Miaw logo ok bianco

Un premio internazionale per i migliori prodotti per architetti e professionisti di layout

>> Per saperne di più

CONTATTACI!

5, Saulnier Street - 75009 PARIS

T: + (33) 1 42 61 61 81

F: + (33) 1 42 61 61 82

[Email protected]

www.muuuz.com

su

il mio conto

Versione mobile