frendeites
comunità



Exposition : Jean-Jacques Lequeu, Bâtisseur de fantasmes

Da 11 di dicembre 2018 a 31 di marzo 2019, il Petit Palais (Parigi, 8e) traccia il corso dell'architetto Jean-Jacques Lequeu presentando le sue varie opere grafiche, relativamente sconosciute finora. Un dolce viaggio tra frustrazione creativa e fantasia ...

Un nativo di Rouen e cresciuto da una famiglia di falegnami, Jean-Jacques Lequeu (1757-1828) è un disegnatore tecnica di allenamento. Il suo talento è stato notato dal grande Jacques-Germain Soufflot - architetto francese e importante figura del movimento neo-classico - che gli darà la possibilità di lavorare sulla Genevieve Chiesa di Saint - Pantheon corrente. Da allora in poi, i moti rivoluzionari far sparire Clienti Jean-Jacques Lequeu, così egli rimane impiegati presso l'Ufficio del Registro Terra. Così, continua a disegnare monumenti e altri progetti nella speranza che le sue idee escano dalla terra un giorno. Nel frattempo, si mette su carta un mondo che rivela attraverso il prisma di architettura, emancipare barriere pratiche sapendo che i suoi successi non saranno mai costruiti.

Si tratta di una carriera ricca di sfondo frustrazione come il Museo di Belle Arti di Parigi illustra attraverso disegni 150 evidenziati in una tematica immaginata dal Commissario Lawrence Baridon. Una fila di ritratti molto espressivi - frutti della ricerca sul temperamento e le emozioni - l'inizio della manifestazione. Questi sono seguiti da aree dedicate a progetti di architettura progettata da Jean-Jacques Lequeu e che non hanno mai guidato o sono stati interrotti. Poi sguardo è invitato a mettere su una serie di edifici liberati da vincoli tecnici a passi chimerici che abitano paesaggi immaginari, il visitatore è diretto ai templi in cespugli, grotte artificiali palazzi, sottosuolo labirintico nei chioschi. Esempio eloquente tra gli altri, Hermitage GateÈ un universo eterogeneo di disegno che fa del paesaggio l'elemento chiave, arricchito di ornamenti come le rovine falsi o imitati di antichi edifici come terre lontane.

Infine, la mostra si conclude con una serie di disegni erotici con influenze estetiche antiche e naturalistiche. Va detto che il matrimonio tra architettura e sessualità in particolare ha ispirato l'artista, come illustrato dal disegno Lui è libero - selezionato inoltre come visual della mostra. Un edificio dalle pareti lattiginose, come quello della pelle della scultura della donna nuda inglobata nell'alcova. Un invito a scoprire, attraverso il disegno, il regno dei sogni di un architetto che voleva solo passare dalla pagina bianca al progetto finito ...

Per ulteriori informazioni, visitare il sito il sito Petit Palais

Fotografie: BNF

Pubblica il tuo commento

0
  • Non ci sono commenti su questo articolo.

ADC Awards

ADC-Awards-logo-2017 250-01
Le realizzazioni architettoniche più importanti eletti dalla comunità professionale

>> Per saperne di più

MIAWs

Miaw logo ok bianco

Un premio internazionale per i migliori prodotti per architetti e professionisti di layout

>> Per saperne di più

CONTATTACI!

5, Saulnier Street - 75009 PARIS

T: + (33) 1 42 61 61 81

F: + (33) 1 42 61 61 82

[Email protected]

www.muuuz.com

su

il mio conto

Versione mobile