frendeites
comunità



AIA Life Designers : Salle à tracer

Realizza le sue premesse: una sfida per un'agenzia di architettura. Quindi cosa? Costruisci nuovo? Riabilitare, col rischio che la gamba del primo subentrerà nel progetto? O al contrario, per riuscire in un delicato rinnovamento in cui il timbro dell'esistente non impedisce ai nuovi occupanti di mettere il loro tocco? È questo tour de force che l'agenzia AIA Life Designers ha realizzato nel suo locale Nantes consegnato in 2017.

Se costruire per gli altri non prende la sinecura, costruire per sé può paradossalmente dimostrarsi un esercizio ancora più complesso, specialmente per un'agenzia di architettura, che è poi tormentata da una certa schizofrenia: indossa sia il cappuccio capomastro e proprietario. L'anno scorso, lo studio internazionale AIA Life Designers, fondato in 1975, e meglio conosciuto con il nome precedente AIA Associates, ha completato con successo questo difficile esercizio. Un file (quasi) come qualsiasi altro per lui, che tuttavia ha la dimensione aggiuntiva della porta standard.

6717nomini

Primo passo per AIA: trova i locali di un nuovo pied-à-terre in grado di ospitare più dipendenti 200. I membri dell'agenzia, fino ad allora con sede nella periferia della città dei duchi di Bretagna, avevano una cotta per i vecchi siti di Dubigeon risalenti agli anni 1920, situati sulle rive della Loira, nell'ex municipio di Chantenay oggi integrato nella città. "La Salle à tracer è un residuo del passato industriale e navale del distretto di Chantenay a Nantes. Questa testimonianza isolata deve la sua sopravvivenza solo alla testardaggine del suo proprietario [Jacque Fétis, Presidente della SECODI, ndr], per voler preservare questo pezzo di storia ", come il libro Pascal Fourrier, partner dell'AIA. Una scelta che si è rivelata più costosa di quella delle nuove costruzioni, ma che le persone non si pentono. Va detto che questo hangar 65 13 installato perpendicolare al corso d'acqua è pieno di storia. È proprio qui, nella vasta sala plotter 800 installata al secondo piano del monumento del patrimonio PLU di Nantes, che le maschere dello scafo della nave sono state disegnate sulla scala 1, sulla stessa scala. terra per mezzo di cunei di ottone. "Si chiama la salle des prieurs perché gli apprendisti lavoravano qui in ginocchio", dice Pascal Fourrier. Un passato il cui pavimento di abete conserva gli stimmi, che gli architetti hanno voluto incapsulare sotto una lastra asciutta e vetrificati puntualmente - una soluzione presa di concerto con l'architetto degli edifici di Francia.

Questo monumento industriale di tre livelli, abbandonata dal 1969 era in avanzato stato di degrado, che ha richiesto 9 mesi di demolizione e telaio in calcestruzzo curettage - altamente degradate e di rinforzo poveri - che doveva essere grecato in generale rinforzo in acciaio. Anche alcune croci di rinforzo sono state rimosse perché hanno irrigidito eccessivamente l'edificio. Una volta rinforzate, le cellule di questo scheletro sono state riempite con OSB e isolamento in legno o Metisse®.
Il grande volume originale è stato quindi esteso dai metri 16 a nord, lato strada, in continuità con il modello esistente. L'estensione, in gran parte vetrata, comprende un cuore tecnico con ascensori e servizi igienici, nonché un atrio a tripla altezza interrotto da un volume sospeso di acciaio Corten® contenente quattro sale riunioni. Per motivi di coerenza architettonica, parte nuova e vecchie travi in ​​legno sono state coperte con un robusto ed unitario coperture VMZINC quarzo, aggraffatura coperture, rivestimenti pale estendentisi sud cassette timpano e prolunghe laterali. In breve, un progetto unificato, in cui i designer hanno allestito sale riunioni e ampi spazi con un'organizzazione flessibile - compreso l'uso di mobili su ruote.

Con questa estensione / riabilitazione, AIA Life Designers è stata in grado di contrassegnare la costruzione del suo sigillo, migliorando nel contempo la sua storia.

Il progetto è selezionato per l'ADC Awards 2019 nella categoria Terziario / Riabilitazione

Per ulteriori informazioni, visitare il sito il sito Web dei premi ADC eAIA Life Designers.

Fotografie: fotografo G. Satre

Pubblica il tuo commento

0
  • Non ci sono commenti su questo articolo.

ADC Awards

ADC-Awards-logo-2017 250-01
Le realizzazioni architettoniche più importanti eletti dalla comunità professionale

>> Per saperne di più

MIAWs

Miaw logo ok bianco

Un premio internazionale per i migliori prodotti per architetti e professionisti di layout

>> Per saperne di più

CONTATTACI!

5, Saulnier Street - 75009 PARIS

T: + (33) 1 42 61 61 81

F: + (33) 1 42 61 61 82

[Email protected]

www.muuuz.com

su

il mio conto

Versione mobile