frendeites
comunità



Inessa Hansch Architecte : Campus de Belval

Il campus della Facoltà di Scienze di Esch-sur-Alzette (Lussemburgo) si trova in un ex sito industriale che ha lasciato una traccia poco attraente. Migliorando il suo intervento grazie ad una struttura ariosa con una notevole identità, l'architetto Inessa Hansch offre agli utenti un punto d'incontro in cui le circolazioni e le attività sono svolte in modo spontaneo e ricreativo.

In relazione alla scala monumentale degli edifici industriali attorno alla Facoltà di Scienze, il tutto si svolge su una terra desolata poco adatta alle attività esterne. Installando nel cuore dell'ex sito industriale di Esch-sur-Alzette una struttura grafica composta da impalcature su quattro livelli - alternando materiali industriali e minerali - l'ufficio Inessa Hansch Architects si riferisce alla posizione unica e complessa del campus. . Grazie al loro intervento su metri quadrati 466, gli architetti incoraggiano una maggiore varietà e intensità di utilizzo.

6984nomini

Immaginano il motivo per cui uno scheletro funzionale e flessibile declinato in tre copie in posizioni diverse sul sito, con l'intenzione di comporre una cornice vuota e aperta, in acciaio inox, che consente il traffico pedonale di procedere indipendentemente da altre attività della facoltà. Il nuovo programma del campus include un'area di proiezione, un giardino centrale e aree dedicate allo sport o alle passeggiate.

La composizione in metallo incornicia, concentra e ridistribuisce il flusso di studenti nel campus, spostando gli spazi pubblici sulle piattaforme in quota. I pavimenti in pannelli di cemento, completati da riempimento in resina artificiale, costituiscono le basi leggere e solide dei soppalchi, accessibili dalle scale alle ringhiere in acciaio laccato o rete in acciaio inox. Lavorando su profondità e scale, l'architetto incoraggia scambi e mobilità, attraverso varie sequenze visive, tra viste ravvicinate della vegetazione ai primi livelli e una visione più ampia dell'area, accessibile da zero. ultimo piano

Posizionato lungo un asse di movimento, la struttura è accessibile da diversi punti di ingresso, situati sia all'interno che all'esterno del quadrato. La costruzione è composta da diversi moduli identici impilati uno sopra l'altro, le cui dimensioni corrispondono alla larghezza delle piattaforme di cemento degli altiforni su cui sono installati. Gli elementi incassati dei misuratori 3,6 x 3,6 in lunghezza e larghezza e i metri 3 in altezza vengono così sovrapposti su un'altezza totale di metri 12. Ogni modulo presenta una tipologia di utilizzo diverso: vedette, passerelle, arcate, scale e alcove sono infatti predisposti per moltiplicare le esperienze e corrispondono a un massimo di usi e situazioni osservabili nello spazio pubblico.

L'architettura mostra dimensioni generose e facilmente identificabili, generando spazi tridimensionali che corrispondono alle esigenze del campus, vale a dire l'adattabilità e la vivibilità del campus.

Un intervento leggero che sveglia un sito poco attraente, offrendo nuove opportunità per l'intrattenimento degli studenti.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito il sito di Inessa Hansch

Fotografie: Maxime Delvaux

Pubblica il tuo commento

0
  • Non ci sono commenti su questo articolo.

ADC Awards

ADC-Awards-logo-2017 250-01
Le realizzazioni architettoniche più importanti eletti dalla comunità professionale

>> Per saperne di più

MIAWs

Miaw logo ok bianco

Un premio internazionale per i migliori prodotti per architetti e professionisti di layout

>> Per saperne di più

CONTATTACI!

5, Saulnier Street - 75009 PARIS

T: + (33) 1 42 61 61 81

F: + (33) 1 42 61 61 82

[Email protected]

www.muuuz.com

su

il mio conto

Versione mobile