frendeites
comunità



Leopold Banchini et Daniel Zamarbide: Dodge House

Nel vecchio centro di Lisbona (Portogallo), la Dodge House sarebbe passata quasi inosservata ... Eppure. È dietro una facciata intatta, testimone del patrimonio architettonico del distretto di Mouraria, che rivela un'umile casa dalle proporzioni singolari, opera degli architetti Leopold Banchini e Daniel Zamarbide.

Mouraria, Lisbona. Questo centro storico ha visto crescere la sua popolarità dall'ultima campagna di restauro e riabilitazione. A facciate patchwork e rovine colorati, fatti di mattoni, cemento, murales o piastrelle che hanno trasformato il suo ex reputazione slum come un autentico groviglio di architettura nella città. Quest'ultimo sta ancora affrontando un mercato immobiliare limitata e teso, che richiede agli architetti di far fronte a quantità di costruzione compatta e stretta, il tutto con poche risorse.

6985nomini

È dietro una di queste facciate restaurate che nasconde la modesta - ma comunque stimolante - Dodge House. Fondata sui livelli 4 di meno di 40 metri quadrati ciascuno, la residenza fatta dai due architetti del progetto, Leopold e Daniel Banchini Zamarbide conserva intatta esterno e discreto per rivelare una composizione interna intelligente, la modernità ispirato Irving Gill, un Architetto americano, pioniere nel design razionale e minimale, e occupato da cause sociali.
Con l'economia media come linea guida, i project manager usano materiali locali nella costruzione del progetto. I progettisti hanno scelto di sfruttare la forza strutturale dell'edificio, mantenendo un soffitto a tutta altezza nel soggiorno. Quest'ultimo comunica direttamente con le tre camere - uno per piano - disposti in mezzanine aperta, operatore generosamente mancanza di spazio per alloggiare 94 metri quadrati.

La strada di fronte al muro deve affrontare un fronte opaco e chiuso, che riecheggia la scelta degli architetti di scommettere su una funzione meno commerciale dell'edificio. Questo è il motivo per cui le aperture sono disposte con tanta intelligenza su entrambi i fronti del progetto sfruttabile: si affacciano sul cortile, una grande finestra girevole che si affaccia la zona giorno e finestre ad arco; e sulle superfici orizzontali, gli spazi vuoti portano una luce zenitale nelle stanze. Lo spazio interno, una miscela di mattoni bianchi e cemento, marmo vestita attraverso arredi, mantiene un'identità minimal nei toni sia nobile e greggi.

La realizzazione comunica la complessità dell'edificio con una lettura semplice e sciolta di un volume non ovvio. Risponde con abilità alle sfide presentate dal contesto architettonico portoghese. Un buon esempio di ingegno.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito il sito di Leopold Banchini

Fotografie: Dylan Perrenoud

Pubblica il tuo commento

0
  • Non ci sono commenti su questo articolo.

ADC Awards

ADC-Awards-logo-2017 250-01
Le realizzazioni architettoniche più importanti eletti dalla comunità professionale

>> Per saperne di più

MIAWs

Miaw logo ok bianco

Un premio internazionale per i migliori prodotti per architetti e professionisti di layout

>> Per saperne di più

CONTATTACI!

5, Saulnier Street - 75009 PARIS

T: + (33) 1 42 61 61 81

F: + (33) 1 42 61 61 82

[Email protected]

www.muuuz.com

su

il mio conto

Versione mobile