frendeites
comunità



Philippe Chiambaretta : MO.CO.

Inaugurato lo 29 lo scorso giugno, il MOCO (Montpellier Contemporary) è il primo centro d'arte di nuova generazione in Europa che offre una versione globale dell'istituzione museale, dalla formazione degli artisti alla presentazione di collezioni pubbliche o private. Torna su un progetto audace.

Nuovo centro di arte contemporanea di Montpellier (34), il MOCO è nato sotto l'impulso del sindaco Philipe Saurel. Progettato come un innovativo insieme artistico globale, si sviluppa su tre siti: ESBA, Ecole Supérieure des Beaux-Arts, Panacea, un centro di arte contemporanea per giovani designer e MOCO, un centro internazionale per collezioni di arte contemporanea. art. Senza una collezione permanente ma intesa a esporre la diversità della scena artistica francese e internazionale, MOCO mira a rinnovare l'attuale offerta culturale garantendo la vitalità culturale della città in tutto il mondo.

L'Hotel Montcalm, una casa privata risalente all'inizio del XIX secolo, è stato riabilitato dall'agenzia PCA-STREAM dell'architetto Philippe Chiambaretta, per diventare l'Hôtel des Collections, che ora ospita gli scontri temporanei dell'istituzione. Progettato secondo una logica non formalistica dell'architettura, questo edificio è uno "strumento di costruzione" progettato per migliorare la diversità della creazione contemporanea. Il MOCO comprende 1 282 metri quadrati di spazio espositivo, 3 100 metri quadrati di giardino paesaggistico firmato Bertrand Lavier e 974 metri quadrati di terrazze e vialetti. L'edificio si sviluppa su tre grandi moduli illuminati da un dispositivo intelligente di blocchi di luce e punti mobili. Le sale possono quindi essere adattate a tutti i tipi di produzioni e scenografie.

7120nomini

Alimentato dalla teoria dell '"estetica relazionale" sviluppata dal critico d'arte diventato direttore generale Nicolas Bourriaud, il MOCO è anche un luogo di vita e di scambio. Comprende ad esempio un ristorante locavore che promuove i cortocircuiti e i luoghi rilassanti che favoriscono gli incontri e le interazioni tra i visitatori. Per la prima volta nel panorama artistico di Montpellier, la terza entità di questo progetto a lungo termine è un vero ecosistema culturale.

Fino al prossimo 29 di settembre 2019, la mostra inaugurale "Intimate Distance" offre di scoprire la storia contemporanea dagli anni 1990 attraverso una selezione di opere della collezione dell'imprenditore giapponese Yasuharu Ishikawa. Pierre Huyghe, Su Kawara, Tino Sehgal, Felix Gonzalez Torres o Danh Vo, sono le grandi figure d'arte che punteggiano l'impiccagione. La stazione di polizia, fornita da Yoko Hasegawa, professore, curatore e direttore artistico di tokyote, stabilisce collegamenti significativi tra ogni creazione. Scomparsa, ecologia, globalizzazione, storia personale e collettiva, memoria, tempo. Come molti temi universali convocati durante la mostra. Né cronologico né geografico, il viaggio è più simile a un viaggio didattico. La rilevanza della scenografia porta gli spettatori a godere appieno delle creazioni scelte.

Un invito a viaggiare nella storia dell'arte contemporanea.

Fotografie / illustrazioni: Jean-Philippe Mesguen e Salem Mostefaoui per PCA-STREAM

Per ulteriori informazioni, visitare il sito il sito web MOCO

Pubblica il tuo commento

0
  • Non ci sono commenti su questo articolo.

ADC Awards

ADC-Awards-logo-2017 250-01
Le realizzazioni architettoniche più importanti eletti dalla comunità professionale

>> Per saperne di più

MIAWs

Miaw logo ok bianco

Un premio internazionale per i migliori prodotti per architetti e professionisti di layout

>> Per saperne di più

CONTATTACI!

5, Saulnier Street - 75009 PARIS

T: + (33) 1 42 61 61 81

F: + (33) 1 42 61 61 82

[Email protected]

www.muuuz.com

su

il mio conto

Versione mobile