frendeites
comunità



BIG x Freaks : MÉCA

Il trio di architetti parigini Freaks e le squadre dello studio danese Bjarke Ingels Group prendono la città di Bordeaux (33) in una spirale creativa con il MECA, un centro culturale neo-aquitaine di 18 000 metri quadrati sulla riva sinistra del bellissimo dormito.

Bordeaux è ubriaco di cultura con il MECA, il suo nuovissimo tempio dell'arte. Investito dal Fondo Regionale per l'Arte Contemporanea e due agenzie dedicate al teatro e al cinema, questa Casa dell'Economia Creativa e della Cultura nella Nuova Aquitania deve la sua imponente costruzione all'agenzia danese BIG, realizzata nel collaborazione con lo studio francese Freaks.

Confinata dalle acque della Garonna, la sua architettura dalle linee suggestive è stata pensata come un anello con le gambe asimmetriche che si svolgono su entrambi i lati di una vasta spianata che consente ai residenti di raggiungere la città o le rive del fiume.

La sua struttura in cemento, creata dalle sabbie della regione, poi rivestita con pannelli bianchi 4 800 in omaggio alla pietra bordolese, è forata da finestre rettangolari che illuminano un nuovo tipo di arco al calar della notte. Al centro, una sospensione in lettrine composta da lampadine a LED si riflette nella scultura in bronzo con i contorni del personaggio mitologico di Hermes, firmato dall'artista francese Benoît Maire.

7129-Nomini

Dietro le mura di questa nuova istituzione Girondine, la neo-Aquitaine del FRAC - che detiene un Jeff Koons acquisito in 1980 prima che la costa dell'enfant terrible dell'arte contemporanea esploda - prende i suoi quartieri su tre livelli dove si svolgono gli uffici e spazi per l'archivio, nonché uno showroom 1 200 con metri quadrati che termina al MECA, uno spazio collaborativo con una vista delle onde.

La settima arte e lo spettacolo dal vivo sono anche premiati in questo incubatore di cultura che ospita una sala di proiezione che può ospitare fino a 80 persone, sale conferenze e un teatro completamente modulare con un misuratore di sedili 250. Il suo tavolino 360, il più grande della regione, ha gradinate retrattili per raddoppiarne la superficie. Gli artisti beneficiano anche di uno studio di danza per le prove.

Al piano terra, Le Crem, un bar-ristorante il cui arredamento in diverse sfumature di rosso è stato creato dallo studio BIG in un cenno alla cultura vitivinicola della regione, sosterrà lo stomaco dei visitatori.

È stata inoltre istituita una residenza per artisti gestita dall'OARA (l'ufficio artistico della regione Nouvelle-Aquitaine) e ALCA (libro dell'agenzia, cinema e audiovisivi in ​​Nuova Aquitania) per sostenere la scena artistica e creativa. per rendere il luogo vivere attraverso vari eventi effimeri.

Grande arte!

Per ulteriori informazioni, visitare il sito Web degli studios Grande ; Freaks

Fotografie: Laurian Ghnitoiu, Sergio Grazia

Pubblica il tuo commento

0
  • Non ci sono commenti su questo articolo.

ADC Awards

ADC-Awards-logo-2017 250-01
Le realizzazioni architettoniche più importanti eletti dalla comunità professionale

>> Per saperne di più

MIAWs

Miaw logo ok bianco

Un premio internazionale per i migliori prodotti per architetti e professionisti di layout

>> Per saperne di più

CONTATTACI!

5, Saulnier Street - 75009 PARIS

T: + (33) 1 42 61 61 81

F: + (33) 1 42 61 61 82

[Email protected]

www.muuuz.com

su

il mio conto

Versione mobile