frendeites

Nel 17 ° arrondissement di Parigi, stanno emergendo nuove attrezzature sportive. In un ambiente fatto di costruzioni dure e cemento, gli architetti Normier + Postec, incaricati del progetto, propongono un edificio delicato rivestito in legno. Uno shock culturale che ripaga.

L'intera area di 680 metri quadrati SCHON comprende la costruzione di spogliatoi, una club house e una sala pesi. Situato nel cuore di un complesso sportivo esistente in cui il cemento grezzo regna sovrano, il progetto Normier + Postec prende una direzione diversa e si concentra su una geometria morbida e voluttuosa e un rivestimento naturale. Un gusto per la forma che si manifesta in particolare all'ingresso grazie alla rimozione del rivestimento che poi sembra accompagnare gli atleti all'interno della struttura.

Sobria ed elegante, la facciata ad arco è rivestita in scheletro lamellare di abete Douglas incollato. Una copertura che prosegue sul tetto, formando una struttura su cui le reti fermano i palloni volanti, il tetto essendo decorato con un campo da pallamano. Un'aggiunta alla composizione blu più grafica, che porta un tocco di leggerezza in un insieme piuttosto discreto. Una panca, anch'essa disegnata a Douglas, completa il terreno e amplia il rivestimento in legno per creare un insieme di piacevoli sedute.

Un progetto contro corrente.

Titolo del progetto: Stadio Max-Roussié
luogo: Parigi (17)
proprietario: La città di Parigi
Project management: Normale + Postec
zona: 680 m2 SHON edificio / posti a sedere all'aperto 150 posti
Costo dei lavori: 2,8 M €
Calendario: consegna 2019

Per ulteriori informazioni, visitare il sito Sito Web di Normier Postec

fotografie: Thibaut Voisin

Zoe Térouinard



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

I più letti

1

Un nuovo posto di lavoro per RATP Habitat

2

Una villa sulle alture di Ibiza

3

L'hotel Kimpton St Honoré Paris apre le sue porte