frendeites

A sud di Marsiglia, nel 9° arrondissement, lo studio Lacube architects ha appena realizzato la ristrutturazione e l'ampliamento dell'Institution Sainte Trinité, una scuola privata che ospita scuole primarie, medie e superiori. 

È a Mazargues, nel sud della città, che il quartiere attraversato dall'antica “route de Cassis” che si estende verso le Calanques, prende forma questo progetto. Un quartiere emblematico formato da una rete di aree residenziali e spazi urbani più densi che si sviluppano attorno alla struttura del nucleo di un villaggio. La scuola è stata oggetto negli anni di molteplici trapianti e modifiche. Sono l'espressione fattuale di risposte a bisogni mutevoli.

Per questa operazione, gli obiettivi annunciati erano il ripristino della coerenza funzionale, il miglioramento della qualità dell'accoglienza e l'avvio di un rinnovamento basato sulle enormi potenzialità del luogo, dello spazio e della vegetazione. Il progetto è anche un'occasione per rafforzare la visibilità dell'istituzione nella città, per ripensare la distribuzione degli spazi esterni e la gestione dei principali flussi.

Sul lato architettonico, il volume si estende sullo spazio pubblico, nello spirito e nella tipologia delle grandi proprietà di Mazargues. L'espressione di un semplice muro assume il carattere santuario di un luogo di educazione ma invita anche al dialogo, per la sua porosità, e rivela l'accoglienza al centro dell'istituzione.

Un motivo vernacolare tratto dal vocabolario dell'edilizia suburbana regionale, elemento di claustra a forma di fiore, inscrive nello spessore delle pareti la disposizione della croce trinitaria, e conferisce morbidezza e vibrazione aggiuntiva alla semplicità dei volumi.

La natura è posta al centro di questo set. Viene preservata la vasta isola della freschezza, un prato fiancheggiato da platani che struttura il sito, conferendogli un carattere raccolto. È esteso da un parco accessibile agli studenti che segue il pendio naturale verso la parte bassa del sito.

Intorno a questo grande spazio paesaggistico, l'ampliamento del liceo e della scuola elementare si dispone su due livelli, completando la forma di un chiostro aperto e lasciando emergere la caratteristica sagoma dell'edificio storico, il frontone della cappella.

L'edificio storico, ex "Convitto per ragazze povere di Mazargues" è stato oggetto di un completo recupero (rinforzo dei solai, ventilazione meccanica controllata a doppio flusso, adeguamento alle norme elettriche e illuminotecniche). Le facciate sono state completamente rinnovate con l'applicazione di un tradizionale intonaco di calce fatto a mano.

L'espressione costruttiva è quella di lastre appoggiate su semplici muri a taglio. Tra queste linee strutturali sono posti dei pannelli di facciata traforati in fibrocemento che formano una protezione solare per le grandi aperture delle aule didattiche. Lo stesso motivo, impresso nei veli delle facciate, traforato per i pannelli, proietta le curve intrecciate della croce trinitaria.

Tutti gli spazi didattici sono passanti, beneficiando di un doppio orientamento che garantisce un'illuminazione naturale omogenea degli ambienti e consente la ventilazione naturale dei locali. La ventilazione meccanica è stata progettata in modo indipendente, con un originale sistema di preriscaldamento delle prese d'aria.

 

Immagini: © Florence Vesval

 

 



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

Infarto !

MIAW du Design 2022: Sepalumi con Ilo Pergola