frendeites

Tra l'arte e il social network Instagram, c'è Accidentally Wes Anderson, un account che raccoglie fotografie da più fonti, tutte atipiche rispetto alle altre, che non sappiamo se appartengono al sogno o alla realtà.

Il coreografo americano Jacob Jonas unisce danza, fotografia e architettura in un progetto unico nel suo genere: #CamerasandDancers, una mostra virtuale in cui diverse foto sono pubblicati ogni mese su Instagram, dove i corpi ondeggiano in forti ambienti architettonici. L'opportunità di educare gli utenti del social network all'arte, nella sua definizione plurale.

Formatosi nell'architettura e nel design, l'americano Eric Randall Morris ha presto scoperto un'altra passione: la fotografia. Una pratica artistica che si collega con il suo primo amore nella sua serie Un americano Hyperreality, dove le case tipiche degli Stati Uniti si trasformano in opere fantastiche.

Tutto per le tue librerie specializzate, una nuova rivista dedicata al paesaggio è appena uscita: Paysageur. In un momento in cui la stampa di carta vive ore buie, questa pubblicazione soffia una boccata d'aria fresca su un settore minato.

"L'attuale architettura [...] lascia cadere i palati. Questo è un segno dei tempi ", ha detto Le Corbusier. Se ha visto il futuro in un alloggio collettivo e conveniente, Kader Attia ha reso questo principio una mostra spettacolare per scoprire il MAC VAL Vitry-sur-Seine (94). Tra politica e poesia, l'artista visivo mette in discussione gli effetti del postcolonialismo e il ruolo di questa cultura nella storia francese, attraverso grandi ensemble suburbani. Edificanti.

Installato al Museo dei Macelli-FRAC Occitanie di Tolosa come parte della mostra "100 possibili sfide", The Cube è un lavoro che è allo stesso tempo semplice e complesso. Basato sul concetto di anamorfosi, l'installazione gioca con le illusioni dell'ottica e spinge gli spettatori ad interagire con esso, per capire il meccanismo.

Più di 50 anni dopo il suo completamento, il complesso abitativo canadese Habitat 67 continua ad affascinare; in particolare il fotografo James Brittain che cattura le unità prefabbricate in calcestruzzo 365 che compongono l'opera concepita negli anni 1960 dall'architetto Moshe Safdi. Oltre l'imponente ensemble, è la vita quotidiana delle sue centinaia di abitanti che si scoprono qui.

Neuroscienziato e fotografo, il profilo di Al Mefer è atipico come la sua serie. La sua ultima, Alien Architecture, presenta i grattacieli di Benidorm (Spagna) e li integra in scenari post-apocalittici, degni dei romanzi di fantascienza di HGWells.

Di che colore ha il tempo? In occasione dell'inaugurazione del Museum of Art and Design Toyama (Giappone), l'architetto Emmanuelle Moureaux risponde a questa divertente domanda con un'installazione immersiva fatta di numeri in carta dai colori vivaci. Un lavoro complesso in cui ci si perde, sia fisicamente che mentalmente.

Reinventare un paesaggio visto e rivisto? Questa era la missione del fotografo australiano Kate Ballis. Lei che conosce la città di Palm Spring (USA) come la sua tasca era davvero stanca di catturare gli stessi orizzonti, giorno dopo giorno ... Una noia rapidamente trasformata in una fonte di ispirazione, e che risulta la serie Infra Realism, tutto in rosa.
Mostra più
Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

I più letti

1

Un nuovo posto di lavoro per RATP Habitat

2

Una villa sulle alture di Ibiza

3

L'hotel Kimpton St Honoré Paris apre le sue porte