frendeites

Il Museo d'Arte Moderna di Céret testimonia l'eccezionale avventura artistica di cui la città è stata teatro dall'inizio del XX secolo. Creato nel 1950, ristrutturato e ampliato nel 1993, il museo racconta questa storia. 

La collezione contemporanea riflette l'apertura del museo alle avanguardie. Durante i loro soggiorni a Céret, Picasso e Braque compose una serie di dipinti considerati i capolavori del cubismo. Grazie a loro, la città è presto famosa in tutto il mondo. Sulla loro scia, i più grandi nomi dell'arte moderna verranno a Céret per soggiorni più o meno lunghi.

Il museo Céret, ospitato sul sito di un ex convento carmelitano, che nel XIX secolo divenne sede della polizia e della prigione, è stato creato nel 1950. Ristrutturato e ampliato nel 1993 dall'architetto Jaume Freixa (a cui si deve il estensione della fondazione Miró de Barcelona), presenta una notevole architettura mediterranea. Una nuova operazione di ampliamento degli enti locali preposti alla vigilanza sull'istituto pubblico per la cooperazione culturale (Comune di Céret, Dipartimento dei Pirenei Orientali, Regione Occitania) consente oggi di dotare il Museo d'Arte Moderna di Céret di una nuova ala realizzata dall'art. studio di architettura Pierre-Louis Faloci (Gran Premio Nazionale di Architettura 2018). 

Chiuso da novembre 2019, l'edificio ampliato (ulteriori 1300 m²) presenta una nuova architettura che include spazi per mostre, deposito di riserve, laboratori. Da scoprire dal 5 marzo...  

 

Visuals ©: Roberto Ruiz - Céret Museum of Modern Art



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

Infarto !

CUPACLAD: rivestimento durevole ed estetico in ardesia naturale