frendeites

Sono quindi due i vincitori che si tirano fuori dal gioco.In occasione dell'inaugurazione della mostra WE PAINT mercoledì 23 marzo all'École des Beaux-Arts di Parigi, l'opera di Florian Krewer è stata presentata alla giuria da Mouna Mekouar , curatore indipendente della mostra e quella di Marine Wallon di Guy Boyer, critico d'arte e giornalista. 

La giuria era presieduta da Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, presidente della Fondazione Patrizia Sandretto Re Rebaudengo (Torino) e collezionista.

È la prima volta che il Premio Jean-François Prat celebra due ex-aequo: due artisti tedeschi e francesi, in una giuria guidata magnificamente da un presidente italiano di alto livello. In un momento in cui l'Europa sta vivendo un periodo di guerra che la sta affliggendo, non è certo da poco che la giuria abbia deciso di premiare due artisti che mettono in discussione il soggetto umano in modo singolare, Florian Krewer per viverne tutte le fragilità, e Marine Wallon mettere in discussione il suo rapporto con il mondo. 

Le loro creazioni ci mettono a confronto con la realtà e la matericità finita della tela, per suggerire scorci in cui l'immensità e l'infinità della natura si impongono all'uomo, che sembra sempre in cammino verso una meta sconosciuta. .

Le loro opere sono visibili fino al 24 aprile 2022, al 53 quai d'Orsay 75007 Parigi.

I vincitori del premio di questa edizione sono anche esposti in occasione di We Paint al Beaux-Arts de Paris sotto il cortile vetrato in rue Bonaparte 14 75006 Parigi, dal 24 marzo al 24 aprile 2022.

 

Visuals ©: Per gentile concessione dell'artista Florian Krewer, Zeima, 2021 © Per gentile concessione dell'artista e della galleria Stoppenbach & Delestre-Marine Wallon

 



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

Infarto !

CUPACLAD: rivestimento durevole ed estetico in ardesia naturale