frendeites

Ecco una nuova mostra che gli amanti dell'arte non perderanno! Organizzato dal Museo d'Arte e Storia di Meudon, sarà dedicato a Maria Papa Rostkowska (1923-2008), scultrice di origine polacca della “Nuova Scuola di Parigi”. Torna sulla storia di una pioniera dell'arte del dopoguerra, che avrà segnato la storia del suo coraggio e del suo talento.

Il Museo presenta qui una retrospettiva senza precedenti che metterà in risalto le opere di Maria Papa Rostkowska in risonanza con quelle dei suoi amici, pittori e scultori (Jean Arp, Émile Gilioli e Marino Marini), con i quali ha affiancato durante la sua carriera. 

Ma chi è Maria Papa Rostkowska? Per comprendere l'eminenza delle sue opere, bisogna tornare un po' indietro nel tempo. Maria Papa Rostkowska è nata in Polonia nel 1923 da madre russa e padre polacco. Molto rapidamente si interessò al mondo infinito della creazione e iniziò gli studi superiori in arte e architettura a Varsavia dal 1941 al 1944.

Ma a quel tempo, la Polonia era occupata dalle truppe tedesche. Nel 1943 sposò Ludwik Rostkowski Jr. Insieme al marito, Maria aiutò attivamente gli ebrei a fuggire dal ghetto di Varsavia, poi, nell'agosto 1944, l'artista si unì alla resistenza armata e prese parte all'insurrezione. Prigioniera dei tedeschi, scappa dal treno che la porta ad Auschwitz. Per i suoi atti di guerra, sarà anche decorata con una delle più alte medaglie militari polacche. 

Titolare di una borsa di studio del governo polacco e di un aiuto finanziario del governo francese e dell'UNESCO, andò a studiare arte a Parigi (tra il 1947 e il 1950). Fu in questo periodo che scoprì la passione per il marmo e ricevette il prestigioso Premio per la Scultura dalla William and Noma Copley Foundation.

Inoltre, il Museo di Arte e Storia di Meudon conserva un'eccezionale collezione di opere di artisti di questo periodo, raggruppate sotto il nome di New School of Paris. 

Opere che hanno notevolmente contribuito al rinnovamento artistico dell'arte del dopoguerra: tra figurazione e astrazione. La mostra Maria Papa Rostkowska e le sue affinità artistiche con Jean Arp, Émile Gilioli o anche Marino Marini metterà in luce anche le corrispondenze plastiche tra le sue sculture, vero filo conduttore di questa presentazione, e i disegni, i collage e le litografie di Jean Arp. (1886- 1966), Emile Gilioli (1911-1977) e Marino Marini (1901-1980). Questi quattro artisti, avendo tutti praticato sia la scultura che le arti grafiche, sono riuniti nel museo all'interno di un intimo viaggio. 

Una mostra da non perdere per gli appassionati di arte e storia!

 

Informazioni pratiche: 

Dal 26 marzo al 10 luglio 2022 

Museo di Arte e Storia di Meudon

 

Immagini e didascalie: © DR Maria Papa Rostkowska scultura, Galerie del Naviglio 1967, Maria Papa Rostkowska, Mother and Child, 1990 (stampa 2021), Sculpture in the garden of the Meudon Museum of Art and History, © Città di Meudon 

 

 



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

Infarto !

CUPACLAD: rivestimento durevole ed estetico in ardesia naturale