frendeites

Mentre il rapporto dell'IPCC concede all'umanità tre anni per limitare il riscaldamento globale, l'arte si impegna a dare voce alla natura sofferente. Questo il senso della mostra Earthbound in dialog with nature (in connection with the earth), organizzata a Möllerei (Esch-Belval) dal 4 giugno al 14 agosto 2022, in collaborazione con HEK (House of Electronic Arts).

Inondazioni, uragani, incendi boschivi devastanti causati dalla siccità, distruzione della biodiversità… le conseguenze del riscaldamento globale sono numerose e richiedono una ripresa collettiva. 

Attraverso questa mostra, artisti di tutto il mondo si rivolgono all'umanità: è tempo di agire. Tra tre anni sarà troppo tardi per evitare il peggio.

Così l'arte si pone qui al servizio del bene comune, l'unico bene che ha davvero valore… e non è monetario o finanziario. La mostra presenta diciannove opere di artisti di fama internazionale che stimolano la nostra riflessione su pressanti questioni ambientali, in particolare per quanto riguarda il complesso rapporto tra l'umanità e l'ecosistema. 

I lavori presentati sono molto diversificati: dalle bozze di possibili soluzioni e modelli alternativi per una più rispettosa convivenza con il nostro ambiente, alla ricerca sull'uso degli strumenti digitali per un uso sostenibile delle nostre risorse.

Questa mostra ha quindi un nome molto appropriato. Sarà organizzato in un ex magazzino di stoccaggio delle materie prime: un luogo ideale per l'occasione.

Allora, interessato? Ci vediamo dal 4 giugno al 14 agosto 2022 da Möllerei!

 

Immagini ©: RIXC / Foto: Kristine Madjare

 

 



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE