frendeites

La mostra "The World of Steve McCurry" presenta più di 150 foto stampate in grande formato. È la più completa retrospettiva dedicata al fotografo americano, composta dalle sue foto più famose oltre a scatti recenti e inediti.

Le foto di Steve McCurry sono riconosciute per la loro impronta di umanità, dignità e compassione, nonché per la loro eleganza e l'armonia che ne emerge. La mostra, curata da Biba Giacchetti, ci porta in un lungo viaggio dall'Afghanistan al sud-est asiatico e dall'Africa all'America Latina. Questo vasto e affascinante corpus di opere conserva ancora l'elemento umano che rende così potente la sua famosa immagine della giovane ragazza afgana.

Steve McCurry, che si descrive come un narratore visivo, desidera offrire ai visitatori l'opportunità di interpretare liberamente le sue immagini, in modo da consentire loro di esaminare ed esplorare le proprie condizioni in termini di causalità, tempo, spazio e identità. Non si sottrae alla brutalità della guerra e della violenza, ma abbraccia l'umanità in tutte le sue forme, compresa l'eleganza del suo ordinario. La scenografia di Peter Bottazzi immerge il visitatore in un labirinto di immagini che lo guida di scoperta in scoperta. In questo viaggio, non c'è un ordine cronologico o tematico: il visitatore è piuttosto incoraggiato a vagare nel mondo di McCurry e vedere attraverso i suoi occhi.

La visita inizia con una selezione di fotografie in bianco e nero, scattate da Steve McCurry tra il 1979 e il 1980, durante il suo primo viaggio in Afghanistan dove entrò travestito, guidato da un gruppo di mujahidin che stavano combattendo l'esercito sovietico e afgano. Durante una visita a un campo profughi pachistano, ha incontrato e fotografato Sharbat Gula, il cui ritratto è diventato da allora un'immagine iconica. Il visitatore si cimenta nella galleria di immagini che costituisce il cuore della mostra dove si mescolano epoche, culture ed etnie. Con una cinquantina di foto incluse nell'audioguida, il visitatore può ascoltare Steve McCurry spiegare la storia dietro le sue fotografie con aneddoti accattivanti. La fine della visita è dedicata ai video in cui Steve McCurry descrive i suoi viaggi, le sue esperienze e la sua concezione della fotografia.

 

Il mondo di Steve McCurry,

Proroga fino al 31 luglio

Museo Maillol

59-61 rue de Grenelle, Parigi 7°

 

Immagini ©: Thomas Faverjon

 



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

Infarto !

MIAW du Design 2022: Sepalumi con Ilo Pergola