frendeites

Questa è la prima grande retrospettiva museale in Austria dedicata allo straordinario lavoro di Jean-Michel Basquiat (1960-1988).

Con le sue opere altamente simboliche, complesse e spesso emotivamente cariche, Jean-Michel Basquiat ha trasformato il mondo dell'arte negli anni '1980.

Le opere di Basquiat affrontano spesso temi politici, criticando il razzismo, l'ingiustizia sociale, il capitalismo e il consumo eccessivo. La diversità della produzione dell'artista riflette chiaramente la sua intenzione di contrastare le gerarchie e le regole con composizioni potenti.

L'artista si è ispirato all'arte di strada, ai cartoni animati, ai bambini, alla pubblicità, mentre attingeva alla propria eredità haitiana e portoricana, nonché alla convergenza delle culture afroamericane e azteche con temi classici ed eroi contemporanei come gli atleti.

L'uso di segni e simboli linguistici è una caratteristica saliente del lavoro di Basquiat, dai suoi primi disegni alle sue opere poetiche e concettuali.

Questa presentazione di circa 80 grandi opere provenienti da rinomate collezioni pubbliche e private getta nuova luce sul linguaggio visivo unico di Basquiat mentre decifra il contenuto delle sue idee artistiche.

 

Dal 9 settembre 2022 al 8 gennaio 2023

Museo Albertina

Vienna, Austria.

 

Immagini ⓒ: Tenuta di Jean-Michel Basquiat. Licenza concessa da Artestar, New York

 



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

Infarto !

MIAW du Design 2022: Novara con Concept N3