frendeites

Dall'inizio dell'invasione russa dell'Ucraina, milioni di civili sono fuggiti dal loro paese per proteggere le loro vite e quelle delle loro famiglie. Tra questi, artisti. Dall'incontro tra Anjou Théâtre, Alexander Koblykov e Charlotte de la Breteque (entrambi artisti circensi) è nata l'idea di accogliere artisti ucraini che stavano cercando di fuggire dal loro paese o, poiché erano in tournée internazionale all'inizio del conflitto, non poteva tornare lì.

Anjou Théâtre ha quindi immaginato un progetto artistico e solidale che riunisce professionisti della cultura, autorità pubbliche, partner e pubblico attorno alle arti circensi; un progetto forte, che porta speranza, bellezza e vita: zirka!

Riuniti per la prima volta sotto lo stesso tendone, gli 11 artisti circensi rifugiati dall'Ucraina (sette donne e quattro uomini) rappresentano la diversità e l'eccellenza delle arti circensi. Provenienti principalmente dalla School of Circus Arts di kyiv, si sono esibiti in molti paesi del mondo con i più grandi nomi del circo e il loro talento premiato da premi così prestigiosi.

Intrecci di acrobazie aeree, acrobazie, contorsioni, equilibri, giocolieri, disegni sulla sabbia, gli artisti giocano con abilità tecnica per dare sostanza a una messa in scena intrisa di poesia.

Uno spettacolo circense unico che stupirà grandi e piccini, un invito a riaccendere la stella della pace.

 

Immagini ©: Vyacheslav Iroshnikov, Christophe Martin

 



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

Infarto !

MIAW du Design 2022: Sepalumi con Ilo Pergola