frendeites

Nell'attuale contesto di crisi economica, sociale e ambientale, gli artisti possono utilizzare le loro arti come un potente vettore di espressione e comunicazione. Un legame invisibile ma d'impatto e tanto più interessante da sviluppare... Certo, continuano a creare, ad esprimere la propria sensibilità ea lavorare sulle proprie tecniche, ma restano altre prospettive da esplorare.

L'arte può lasciare la sua cornice per reinventarsi. Può essere in movimento e raggiungere così il suo pubblico, in particolare le persone in situazioni vulnerabili per le quali l'espressione artistica è ancora astratta.

Oltre a questa dimensione sociale, l'arte può avere anche una coscienza ecologica ed essere del suo tempo, e può brillare in qualsiasi mezzo!

Questo manifesto, Lina Khei, lo applica quotidianamente. La sua nuova mostra al Carrousel du Louvre mette in luce le “opere in movimento”, che prendono vita grazie ai corpi di donne fisiche e agli abiti di haute couture, veri e propri oggetti da collezione. 

Dal 4 al 9 settembre 2022, Lina Khei esporrà la sua nuova collezione di opere d'arte al Carrousel du Louvre di Parigi. Con una performance artistica esclusiva il 2 settembre!

Vi presenterà diversi lavori, tra cui “opere in movimento” che combinano il formato fisso dei dipinti e il movimento dei corpi. Ciascuno di loro è accompagnato da un abito haute couture, disegnato dall'artista, che entra nella tela: la donna che lo indossa sta davanti al dipinto e si fonde con esso, diventando appena percettibile.

La mostra è composta da diversi oggetti da collezione, opere d'arte giganti e creazioni eco-responsabili uniche.

In diversi momenti della mostra, la modella si mette in movimento, eseguendo una coreografia che la porta fuori dal quadro. Questa mostra vivente, che gioca sulle illusioni ottiche, dà vita a ogni opera d'arte, che ha il suo universo visivo e sonoro. Risveglia i sensi del pubblico, facendogli sentire le anime dei dipinti.

Parte di questa mostra ha una dimensione solidale ed è intrisa di una forte consapevolezza ecologica e sociale. Gli outfit haute couture sono stati prodotti attraverso la struttura culturale dell'artista, "Les ateliers Lina Khei", che ha sviluppato collaborazioni con associazioni di insegnanti e studenti delle professioni della moda. Sono interamente realizzati con abiti usati e scarti tessili destinati ad essere gettati via.

Il Carrousel du Louvre è la seconda tappa delle commoventi opere di Lina Khei, infatti l'esperienza della mostra artistica "URF ARTCYCLING" è stata precedentemente svolta presso il Peugeot Adventure Museum in occasione della Giornata Mondiale del Ciclismo.

L'artista desidera continuare a dare vita a questa mostra eccezionale, una mostra artistica unica, in altri luoghi emblematici, musei e gallerie d'arte.

 

Mostra Lina Khei

Dal 4 al 9 settembre

Carrousel du Louvre

 

Immagini ©: Lina Khei 

 

 



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

Infarto !

MIAW du Design 2022: Novara con Concept N3