frendeites

Con questa sedia perforata, PAROLA gioca con le ombre. Più che la forma dell'oggetto in sé, è il suo gioco sotto la luce che ha creato lo spettacolo.

designer svizzero Mattia Bonetti delinea le sue ultime creazioni al Paul Kasmin Gallery di New York a partire da febbraio 11 13 2010 marzo. Mobili al confine tra arte e design.

interni architetto e designer con sede a Vienna, Denis Belenko progettato questa lampada. Con il suo paralume tronco e del piede instabile, che trova l'equilibrio una volta contro il muro, flirtare con l'architettura.

Arroccato su piedi in acciaio, questa lampada di designer svizzero Adrien Rovero definisce lo spazio di lettura. Con la luce che trasmette, ma anche per la sua estensione spaziale. E l'oggetto diventa un luogo.

Nina Tolstrup, designer di Londra Studiomama, lavorando i pieni e vuoti per creare questo buffet. Trafitto destra attraverso e dotato di scomparti nascosti, "Reveal", offriamo una reinterpretazione contemporanea del segreto di mobili.

Questo divano è fatta di sacchetti di carta riciclata gonfiabili inizialmente utilizzati nelle manovre di carico in container.

Immaginato da Aurelien Veyrat studio di design AAVRA, questa mensola a forma di scala richiede all'utente di memorizzare i suoi libri da loro incunearsi tra le sbarre o mettendoli in equilibrio. Insolito, irrazionale, surreale.

Per questi ultimi il monitoraggio Muuuz nello show "Maison et Objet", si concentrerà su alcune proposte per gli editori Gaia Gino, E Coccio Design Edition, Lladro officina, Ibride, Magis e Objekto.

Un po 'più giù per i corridoi di "Maison et Objet", scoprire il fondamento di modulare Cerruti Baleri, il Kristalia stare in piedi, feci di 100x100 Progettazione e spazio di editor di Targa Italia.
Mostra più
Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

Infarto !

CUPACLAD: rivestimento durevole ed estetico in ardesia naturale