frendeites

Dalla sua creazione nel 2000, il marchio danese Bolia ha sostenuto il design contemporaneo collaborando con designer appassionati. In occasione del suo ventesimo anniversario, invita nove personalità a condividere il loro approccio alla creazione e la loro visione del mondo in una serie di stimolanti podcast.

Organizzati dalla rivista Muuuz in collaborazione con una rivista, i Muuuz International Awards riconoscono ogni anno i prodotti più notevoli in architettura, layout e decorazione. Il bando per l'edizione 2020 è aperto fino al 15 dicembre 2020.

Fondato nel 2015 da Matthieu Bourgeaux e Vincent Quesada grazie al crowdfunding, il marchio TIPTOE promuove un approccio eco-responsabile e produce, in collaborazione con designer, mobili modulari e sostenibili.

La giovane ceramista Lisa Allegra esplora il contrasto e l'equilibrio della materia con i suoi pezzi in terracotta lavorati a mano. Per il designer, la terra è un materiale unico che evoca ricordi d'infanzia e vecchi oggetti. All'incrocio tra artigianato e arte contemporanea, le sue collezioni “MOOR” e “APPAREL” ci invitano a scoprire il suo universo poetico.

Alla luce della crisi ecologica, designer e brand stanno riflettendo su un futuro diverso e difendono la creazione eco-responsabile. Focus su tre collezioni di design che testimoniano il desiderio di produrre in modo diverso.

È stato durante l'ultima fiera COLLECTIBLE a Bruxelles (Belgio) che abbiamo scoperto il lavoro dell'artigiano e compagno di falegnameria Timothée Musset, che modella il legno antico per creare mobili contemporanei.

Basato su un'idea originale della proprietaria della galleria Jessica Barouch, l'architetto e designer francese Frédéric Imbert ha disegnato i due tavolini della collezione "TRIBU". Con questi mobili intagliati a mano, Frédéric Imbert annuncia il grande ritorno del cemento.

Durante l'ultima edizione della FIAC, la quarta generazione di eredi Henri Matisse ha presentato al mondo il suo nuovo progetto: la Maison Matisse, un design editor che promette di reinterpretare i dipinti iconici del grande pittore francese in oggetti contemporanei. Per la loro prima collezione permanente, la Maison collabora con la designer franco-polacca Marta Bakowski che immagina per l'occasione stoviglie ispirate al dipinto del 1939, “La Musique”.

Per la sua nuova collezione di mobili, l'interior designer e designer libanese Richard Yasmine si è ispirato agli edifici storici del suo paese natale, e più in particolare agli archi così caratteristici di questo patrimonio culturale.
Mostra più
Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

Infarto !

CUPACLAD: rivestimento durevole ed estetico in ardesia naturale