frendeites

Nell'ambito della nuova stagione di Swedish Design Moves Paris, l'Istituto svedese (3ème arrondissement) presenta per la prima volta al grande pubblico la recente ristrutturazione degli appartamenti della sua residenza. Sei duetti di marchi e designer hanno ridisegnato gli appartamenti privati ​​dell'Hôtel de Marle, un monumento storico. Un tuffo insolito nel mondo dell'orlo svedese nel cuore di Parigi.

Luogo di scambi tra Francia e Svezia, l'Istituto è l'unica branca culturale del paese all'estero. Quest'anno ha donato carta bianca a sei tandem che propongono la propria idea di indietro, un Dolce casa Stile svedese.

Ospitati in un bellissimo palazzo del 16 secolo, i sei piccoli appartamenti, 22 38 metri quadrati, hanno una stanza principale, una cucina e un bagno. Accolgono ricercatori e artisti al centro per una residenza a Parigi. Dopo il rinnovo dell'edificio in 2017, gli spazi privati ​​sono stati riqualificati da numerosi creatori in collaborazione con marchi impegnati.

Le creazioni firmate Carl Malmsten sono esposte negli interni confortevoli immaginati dalla designer Anna Kraitz. L'agenzia Thomas Eriksson Arkitekter e l'interior designer Ulf Agnér si ispirano alla storia svedese per creare un bozzolo intimo. Gli studenti del Beckmans College of Design di Stoccolma e del Paris College of Art lavorano mano nella mano per creare uno spazio flessibile i cui arredi modulari possono essere modificati all'infinito per adattarsi al residente. Svenskt Tenn celebra la filosofia di Estrid Ericson e Joseph Frank in un appartamento colorato. Lo studio Färg & Blanche e il marchio Gärsnäs combinano mobili e tessuti in pezzi originali. La sedia Emma ha lo schienale in tessuto cucito. Infine, il nostro preferito è l'appartamento chiamato "Une chambre à soi" progettato da Septembre Architecture & Urbanisme insieme a DUX. Dedicato a Virginia Woolf e alle donne artiste, questo rifugio arredato in stile minimalista favorisce l'ispirazione, la creazione e la tranquillità.

Le varie coppie selezionate ricreano l'atmosfera degli interni svedesi. Il desiderio di creare spazi riservati si riflette in tutte queste variazioni del indietro, da scoprire durante le visite guidate di 8 2019 di settembre a 13 2019 di ottobre.

Una parentesi scandinava che ti invita a viaggiare e cambiare scenario!

Fotografie: Raphaël Dautigny

Per ulteriori informazioni, visitare il sito il sito web dell'Istituto svedese

Léa Pagnier



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE