frendeites

Molti giovani designer partono per conquistare il mondo del design. Che lavorino da soli o in coppia, sono interessati alle sfide del design di domani e ridefiniscono la disciplina. Zoom su sette talenti da seguire (molto) da vicino.

Charlotte kidger
Esposta ai primi di marzo all'ultima edizione della fiera belga di design COLLECTIBLE, la designer britannica Charlotte Kidger si è nuovamente distinta con i suoi oggetti tanto belli quanto responsabili. Laureato al Leeds College of Art (2014) e Central Saint Martins (MA Material Futures, 2018), il giovane designer promuove il design ecologico e sostenibile.

.

Antonin Yuji Maeno e Kelsea Crawford (Cutwork)
Fondato nel 2016 dall'architetto franco-giapponese Antonin Yuji Maeno e dall'imprenditore americano Kelsea Crawford, lo studio di architettura e design Cutwork offre soluzioni flessibili e funzionali adattate alla realtà dei nostri stili di vita contemporanei. Tutti i loro progetti ruotano attorno a un'analisi approfondita dei nuovi usi della città e dello spazio.

.

Marcin Rusak
L'artista e designer polacco Marcin Rusak è interessato all'eco-design e alla poesia degli oggetti. La sua ultima collezione, chiamata "White Perma", intrappola le piante in forme di resina ibrida. "White Perma" integra così gemme, steli, petali e altre foglie, provenienti dagli scarti dei fioristi, in una bio-resina bianca, contenente essa stessa elementi vegetali. Questa serie originale, che comprende una panchina semicircolare impreziosita da un tavolino, un set da ufficio e una mensola, ha suscitato scalpore durante l'ultima edizione della fiera Design Miami.

.



Chiho cheon
Il designer coreano Chiho Cheon disegna una serie di mobili con cartone ondulato, cemento e lacca. Ispirato ai senzatetto di Seoul (Corea), reinterpreta i materiali della stazione nella sua città natale e la sistemazione improvvisata degli abitanti meno abbienti. Se la collezione "Criteria" appare come un insieme positivo e colorato, ha anche una forte dimensione sociale perché mette in discussione ciò che il designer chiama "la differenza unidimensionale" tra i senzatetto e coloro che hanno un tetto.

.

Guillaume Neu-Rinaudo e Birgit Severin (Studio B. Severin)
Costituito dal duo franco-tedesco Guillaume Neu-Rinaudo e Birgit Severin, lo Studio B. Severin difende un approccio concettuale al design. Sempre concepiti da una storia, un'esperienza o una ricerca, le loro creazioni poetiche si avvicinano al modo in cui gli oggetti assumono significati. Tra le loro opere più emblematiche, ricordiamo i vasi Vanitas, che si ispirano al ciclo di vita dei fiori e alla serie "Design Impressionism", che deriva da una riflessione sulle relazioni tra tecnica e creazione.

editoriale



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE