frendeites

La ceramista belga Anne Marie Laureys (nata nel 1962) lavora con l'argilla e crea opere scultoree. Uno scorcio del suo universo artistico unico.

Anne Marie Laureys ha studiato ceramica all'Hoger Kunst Instituut Sint Lucas di Gand e da allora ha esplorato le possibilità dell'argilla. Il suo strumento è il turno. Il suo linguaggio è l'emozione. Con le sue delicate forme astratte, infonde la propria sensibilità alla terra. "Le mie ceramiche sono metafore di sensazioni", spiega.

Per comprendere con successo il suo lavoro, devi prima capire il suo processo di creazione sperimentale, perché Anne Marie Laureys esplora la materialità dell'argilla dando forma alle sue emozioni. Inizia girando una pentola classica. Poi, mentre la terra è ancora malleabile e bagnata, la allunga, la piega, la perfora. Secondo lei, il processo di creazione artistica è un'esperienza sensibile: “È un'esplorazione fisica del processo, un fenomeno di reazione all'azione tra la mano, il cervello e la materia. "

Nelle sue serie “Høst”, “Clay e Motion”, “Push” e “Connect”, Anne Marie Laureys evoca questo momento in cui si cristallizza un'emozione. Queste creazioni, che lei battezza "Metafore di sentimenti", sono sculture intrecciate fatte di vuoti, simili a dune di sabbia scolpite dal vento.

Salutate dalla critica, queste creazioni poetiche ed espressive sono state acquisite da collezionisti e istituzioni e vengono regolarmente esposte. Nel 2021 saranno visibili nella sua personale al Taste Contemporary di Ginevra e nella mostra “Colors, etc. »Al Lille Tripostal.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito il sito della ceramista Anne Marie Laureys.

Immagini: © Anne Marie Laureys

scrittura



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE