frendeites

Per Lison de Caunes, l'intarsio di paglia è un ricordo d'infanzia. Ha conosciuto questo materiale molto presto nella bottega di suo nonno e maestro dell'Art Déco, il decoratore André Groult. Ritratto. 

Intarsio di paglia, su cui la designer tornerà in seguito - dopo aver studiato legatoria - e rivoluzionerà questa tecnica per mezzo di strumenti da legatoria, come la cartella in osso che non separa mai. Dopo aver restaurato i più bei capolavori intarsiati di paglia, Lison de Caunes si dedica ora alla creazione di mobili, oggettistica e rivestimenti murali. 

Che sia per proprio conto (Lison de Caunes Créations) o in collaborazione con rinomati interior designer e designer (Ateliers Lison de Caunes) tra cui Peter Marino, Jacques Grange, Maria Pergay, Hubert le Gall, Vincent Darré, Mathieu Lehanneur, per non recitare nessun altro ma loro. 

Marchi di lusso ospitano numerose decorazioni create dagli Ateliers Lison de Caunes: la profumeria Guerlain sugli Champs-Élysées, la boutique Louis Vuitton su Place Vendôme, l'hotel Four Seasons a New York, ecc. 

Lison de Caunes negli anni non ha mai smesso di innovare e arricchire questa tecnica rimasta totalmente artigianale. Colori luccicanti, decorazioni poetiche, effetti materici, ha superbamente modernizzato intarsi in paglia. Associato a foglia d'oro, madreperla, pasta vitrea, diventa a sua volta un oggetto prezioso, un audace esercizio di stile, un pattern molto trendy... 

Su una cassettiera, l'intarsio in paglia assume volume grazie a ornamenti a punta di diamante. Sui pannelli a parete, diventa una via lattea dove stelle e costellazioni metalliche sono state inserite mediante taglio laser. 

In un registro altrettanto sorprendente, Lison de Caunes adorna apparecchi di illuminazione minimalisti dell'editore Ozone con intarsi in paglia: lampada da lettura in piedi, lampada da lettura sul comodino, lampada da soffitto...

Master of Art dal 1996, Lison de Caunes è membro dei Grands Ateliers de France e EPV (Living Heritage Companies). È stata promossa a Chevalier de la Légion d'Honneur nel 2010. 

 

Visuals ©: Philippe Chancel e Mattia Balsamin



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

I più letti

1

f + f architetti: a 160 m2, avenue Trudaine a Parigi

2

Nuovo indirizzo: 106 bis rue Saint-Lazare, Parigi 8

3

83 Marceau: il design al servizio dell'uso di Ana Moussinet