frendeites

Fino al prossimo gennaio 12, il MAD - ex museo di arti decorative - rende omaggio al maharaja più dandy: Yeshwant Rao Holkar II. Innamorato della modernità europea, questo esteta di Indore è all'origine della costruzione del Manik Bagh Palace, il primo edificio modernista nella regione. Quando la raffinatezza orientale incontra l'avanguardia del Vecchio Continente.

Quando era un giovane adolescente, Yeshwant Rao Holkar II (1908-1961) fu inviato in Inghilterra per studiare presso il prestigioso Oxford Institution. Un nuovo mondo si apre a lui e viene in particolare introdotto nelle sfere culturali europee tramite il Dr. Marcel Hardy, che diventerà uno dei suoi mentori. Appassionato di avanguardia artistica, letteraria e architettonica, diventerà amico di grandi nomi della creazione come l'architetto berlinese Eckart Muthesius o lo scrittore Henri-Pierre Roché.

Di ritorno a Indore, un'idea folle arriva al giovane maharaja: erigere il primo palazzo moderno nella regione del Madhya Pradesh. Una società che affidò a Muthesius che sarà responsabile della trasformazione delle basi di un edificio esistente in una nuova residenza privata del principe e di sua moglie, Sanyogita Devi.
Ancorosamente ancorato alla modernità, il Palace Manik Bagh introduce molti materiali innovativi nella sua disposizione, come metallo, similpelle e vetro colorato. Lato mobili, la crema della crema dei designer del tempo le persone molte stanze della casa. Troviamo ad esempio il Transat da Eileen Gray, i letti in metallo e vetro di Louis Sognot e Charlotte Alix, la chaise longue di Le Corbusier e Charlotte Perriand e gli enormi tappeti colorati di Ivan Da Silva Bruhns. Un'antologia di sedute, tavoli o arazzi che viene presentata sotto la navata della MAD in una scenografia che ricrea parti del palazzo. Amante dell'arte, anche il Maharaja possedeva un uccello del famoso scultore rumeno Constentin Brancusi, qui presentato nella navata centrale.

La mostra comprende anche molti ritratti della coppia reale, immortalati da Man Ray o Bernard Boutet de Monvel, sia in abiti occidentali all'avanguardia della moda o in abiti tradizionali con molte dorature. L'opportunità di immergersi nell'universo glamour di un paio di esteti, avendo ampiamente contribuito a importare la creazione europea nell'Asia meridionale.

Un inno al modernismo!

Per saperne di più, visita il sito web MAD

Fotografie: MAD

Zoe Térouinard



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE