Ramdane Touhami : L’Officine Universelle Buly

La storica profumeria di Jean-Vincent Bully - che ad esempio ha ispirato il romanzo César Birotteau de Balzac - rinasce in 2014 con il nome di Buly. Un revival di attività che ha conservato l'anima del vecchio concetto, mentre aggiunge tocchi più attuali. Esempio con l'ultimo box dell'azienda: The Universal Buly Officine di Tokyo (Giappone).

Situato nel cuore di Daikanyama, l'elegante quartiere della capitale giapponese, il negozio di 50 è, a dir poco, incredibile. Letteralmente diviso in due da una linea sottile color oro, offre due visioni di profumeria. La prima parte, progettata dai designer del marchio, è una replica del farmacista francese del diciannovesimo secolo. Mobili in legno massello smaltato e ripiani in marmo poggiano su una piastrella grafica che mescola dettagli turchesi, avorio e fini dorati, sovrastati da un soffitto scuro, anch'essi in legno.

6517nomini

Quest'area è giustapposta a un'interpretazione più contemporanea delle profumerie, questa volta immaginata dai designer giapponesi affiliati a Buly. L'arredamento Balzac è completato da un interno elegante, ispirato all'opera dell'architetto giapponese Tadao Ando. Qui, non si tratta di ingombrare lo spazio con mobili pesanti! Una parola d'ordine: minimalismo. Su un pavimento di cemento lucidato, un bancone di cemento grezzo è decorato con più armadi vetrati che espongono i prodotti di bellezza del marchio, e si affaccia con alcove di colore bluastro parzialmente illuminate decorate con varie varietà di fiori secchi.

"Vogliamo essere una destinazione. Un piede nel passato e un piede nel futuro. " Ramdane Touhami, proprietario di L'Officine Universelle Buly

Con questo negozio bipolare, Ramdane Touhami simboleggia l'incontro tra Oriente e Occidente, così come quello della cultura francese e giapponese che si bilancia con raffinatezza.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito il sito web de L'Officine Universelle Buly

Fotografie: Kozo Takayama