frendeites

Un leggendario hotel di lusso a Marsiglia, il Palm Beach, situato sulle spiagge del Prado, sta vivendo una seconda giovinezza grazie agli architetti marsigliesi Claire Fatosme e Christian Lefèvre e all'architetto italiano Teresa Sapey. Ormai all'insegna del brand Nhow Hotel - già presente a Milano, Berlino e Rotterdam - la struttura propone un ambiente dalle influenze eterogenee, condensate dalle attuali aspirazioni estetiche: street art, arte sperimentale, nuove tecnologie. Abbastanza per vivere un viaggio nel viaggio ...

Situato in uno dei quartieri principali di Marsiglia, lungo la Corniche President John Fitzgerald Kennedy, il Nhow Hotel Marseille occupa un edificio emblematico che si abbandona all'estetica della scena marittima del sito. La ristrutturazione della hall, delle 150 camere, delle tre sale riunioni, del centro fitness e degli altri servizi offerti dal gruppo è firmata da Claire Fatosme, Christian Lefèvre e Teresa Sapey. Una missione tutt'altro che scontata - ma realizzata a pieni voti - visto che il brand è abituato ad affidare i propri progetti a nomi di spicco dell'architettura e del design contemporaneo. Sergei Tchoban, Karim Rashid, Matto Thun e Rem Koolhas sono tutti grandi nomi che hanno partecipato alla progettazione degli stabilimenti del gruppo.

Inaspettato e all'avanguardia, il progetto del trio franco-italiano è un omaggio alla cultura marsigliese unita a un'estetica futuristica. All'interno vengono così offerti spazi di mille-uno con universi variegati, in totale contrasto con l'edificio lastricato pulito e minimalista. Nella hall, un enorme affresco firmato Tristan Bonnemain, figlio nativo e artista di strada, accoglie i visitatori. I corridoi e le stanze, a cui ha contribuito il grafico locale Guy Bargin, restituiscono l'atmosfera dei quartieri di Marsiglia, soffici spruzzi e graffiti.

Le sale da pranzo, a cui l'architetto Terasa Sapey si è dedicato, giocano per loro la mappa futuristica. Notevole, il Tunnel Bar, un corridoio nero con volte luminose degne del film Tron: The Legacy, dà l'impressione di un'immersione in fondo all'oceano oscuro, occupato da fantastici capricci di pesce e si afferma come il luogo perfetto gustare un cocktail su stravaganti poltrone rosse e paffute ... se non ruba lo spettacolo al Cactus Bar, singolare per le sue composizioni interamente gialle, nitide come le Cactaceae che crescono qui.

In tutta la struttura, infine, le rocce ruvide punteggiano il corso dei clienti e portano a fantasticare le grotte acquatiche abitate da creature marine ...

Per ulteriori informazioni, visitare il sito il sito di Claire Fatosme e Christian Lefèvre et Il sito web di Teresa Sapey 

Fotografie: D. Giancatarina, NH Hotel Group



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

Infarto !

CUPACLAD: rivestimento durevole ed estetico in ardesia naturale