frendeites

Per soddisfare una crescente comunità religiosa, la città portoghese di Odivelas commissiona allo studio locale Estúdio AMATAM un centro culturale islamico. Un tempio spirituale con un'estetica minimalista e contemporanea in cui la riflessione, la meditazione e la conversazione sono in ordine.

Per quanto riguarda il loro primo edificio religioso, i team Estúdio AMATAM hanno messo i piatti in grande per realizzare un centro culturale islamico pulito e scultoreo. Lungi dall'essere solo un sito di preghiera, l'edificio è progettato come luogo di incontro per un'intera comunità in cui l'interazione sociale e il dialogo culturale sono concetti centrali. Pertanto, oltre alle sale di preghiera, il complesso ospita una galleria espositiva, una sala riunioni e uno spazio dedicato alla letteratura.

L'edificio incorpora elementi ispirati alla tradizionale architettura islamica - già molto presente nella città di Odivelas - all'interno di una composizione contemporanea. Pertanto, gli archi a ferro di cavallo e gli archi a schiena cava si intrecciano con un'architettura geometrica e rettilinea, dove il marmo bianco regna sovrano.

Il visitatore entra in questo santuario attraverso un ingresso immacolato e scarno in cui un ulivo - albero benedetto della religione musulmana - indica la natura spirituale dell'edificio e in cui gli archi neri contrastanti aiutano il religioso a muoversi. Mentre tutte le aree comuni sono omogeneizzate dall'onnipresenza del bianco, le sale di preghiera, d'altra parte, combinano la lavorazione del legno con il muro e il pavimento in vinile, per un maggiore comfort fisico e acustico.

Una realizzazione tanto spirituale quanto elegante.

Per saperne di più, visita il sito di Estúdio AMATAM

Fotografie: signore invisibile

Zoe Térouinard



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE