frendeites

Sulla strada per conquistare la capitale dell'assalto, Simon Porte Jacquemus ricorre dopo il successo del suo primo stabilimento Café Lemon e apre un nuovo indirizzo, sempre in associazione con Caviar Kaspia: il ristorante Urchin. Proprio come il suo primo marchio, già in fiamme con successo, Oursin si svolge nelle gallerie molto chic Lafayette Champs Elysée e invita i buongustai dell'arrondissement 8ème a viaggiare sotto il sole.

Se il Café Citron era già un'ode a sud di Jacquemus, è un'altra versione della Provenza che ci offre il ristorante Oursin. Finito il cotto come colore principale, l'ambientazione del nuovo ristorante Galeries Lafayette Champs Elysee è immacolata. Pareti imbiancate a calce e nicchie irregolari che ricordano case mediterranee, cuscini e cabine di un ecru luminoso e sedute in canne conviviali, tutto ciò che manca è il canto delle cicale per farci dimenticare che siamo nel cuore di Parigi!

Il set è organizzato attorno a una vite che sale sul soffitto, avvicinando la stanza di un'atmosfera da terrazza sul mare rispetto a un ristorante parigino alla moda. Eppure, nulla è lasciato al caso per sedurre il fiore più bello della capitale. Associare piatti-trompes l'oeil realizzati da un ceramista ateniese e oggetti curiosi trovati dal creatore stesso, intrighi e sottomessi decorativi.

La mappa, focalizzata sui prodotti del mare, continua a farci viaggiare. Elaborata da Erica Archambault, ex capo del gruppo Septime, rende omaggio al Mediterraneo, tenendo ovviamente conto della stagionalità dei prodotti.

Cosa prolunga l'estate ...

Per saperne di più, visita il sito web di Simon Porte Jacquemus

Fotografie: Yoann e Marco

Zoe Térouinard



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE