frendeites

La categoria “Interior” premia i più importanti progetti di interior design secondo quattro sottocategorie: “Residenziale”, “Caffetteria, Bar, Ristorante”, “Hotel” e “Commercio”. Focus sui quattro vincitori dell'edizione 2020.

Categoria "Interni"

Premio “Interior - Residential”: Appartamento Jules César, Parigi (75) - Atelier Steve

Pauline Borgia, fondatrice di Atelier Steve, attinge alla sua esperienza di architetto per ristrutturare e arredare un appartamento parigino di 90 metri quadrati. Immagina un interno colorato, fluido e luminoso, dove parquet a spina di pesce, radiatori in ghisa e camini storici si fondono brillantemente con pannelli colorati, naturali o ecologici.

Premio “Interior - Café, Bar, Restaurant”: Cuisine, Parigi (9 °) - Federico Masotto

Situato a sud di Pigalle, in rue Condorcet, lo stabilimento della cucina è in fase di ristrutturazione. Piccola macelleria storica nel 9 ° arrondissement, Cuisine si reinventa come bistrot alla moda sotto la guida dello chef giapponese Takao Inazawa e del suo compagno, l'enofilo francese Benoît Simon. A metà strada tra il troquet parigino e l'izakaya giapponese, questo luogo accogliente invita i buongustai a gustare piccoli piatti fusion e vini naturali in un arredamento vintage firmato dall'agenzia Federico Masotto Architecte.

Premio “Interior - Hotel”: Cour des Voges, Parigi (2 °) - Lecoadic-Scotto

Lussureggiante vegetazione lussureggiante di Parigi, Place des Vosges è impreziosita da un hotel che offre una vista eccezionale su questa emblematica piazza della capitale. Per la "Cour des Vosges", gli architetti dell'agenzia Lecoadic-Scotto rilevano le pareti del vecchio hotel Montbrun e propongono una riscrittura contemporanea di questi spazi precedentemente fatiscenti.

Premio “Interior - Retail”: Maison Damyel, Parigi (17 °) - Jessica Barouch e Francesco Balzano

A due passi da Place des Ternes (17 ° arrondissement) si nasconde un piccolo boudoir dove tutti i buongustai si accalcano già alla ricerca di dolci doni. Per il suo sesto indirizzo parigino, Maison Damyel ha chiamato l'interior designer e gallerista Jessica Barouch e il designer Francesco Balzano. Su richiesta del cioccolatiere, i due creatori hanno immaginato un ambiente molto morbido, dove il tradizionale “troppo” delle fabbriche di cioccolato lascia il posto alla purezza.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito il sito Web dei premi ADC e scoprire la selezione della categoria "Interni".

editoriale



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

Infarto !

CUPACLAD: rivestimento durevole ed estetico in ardesia naturale