frendeites

È nel proseguimento del suo lavoro di architettura d'interni per la Maison Albar Hotels Le Vendome che Fabien Roque, fondatore dell'agenzia Roque Intérieurs, interviene per creare il ristorante Yakuza di Olivier Paris.

Al centro di questo hotel, che ha conquistato molti sin dalla sua apertura, lo Yakuza propone un concept autentico e originale, un'esperienza da vivere e scoprire.

All'ingresso scopriamo una vera Yakuza (mafioso giapponese), pareti tinte di street art e luci soffuse. Il ristorante è immaginato come lo scenario di un'esperienza senza precedenti tra Giappone e Portogallo, e riporta in vita l'eredità festosa del Lyon D'Or di un tempo, il cabaret dell'alta Parigi che il luogo ospitava negli anni '1880 dell'Ottocento. 

L'idea di Fabien Roque è semplice: il ristorante deve creare una rottura tra la sobrietà e il lusso che regna nel resto dell'hotel offrendo un concept di ristorazione all'avanguardia ispirato alla cultura giapponese.

L'agenzia Roque Intérieurs immagina così pareti e soffitti ricoperti di tatuaggi come quelli ricoperti dai guerrieri giapponesi. Nella galleria del ristorante sono rappresentate anche le carpe, simboli di perseveranza, e spesso presenti sui corpi dei samurai. Sono rappresentate anche le Geishe, queste donne iconiche che dedicano la loro vita alla pratica artistica. Fabien Roque offre la sua interpretazione di questa tradizione in versione street art. Una vera esplosione di forme e colori, pensiamo che siano dipinti con vernice spray sul muro. L'immersione continua per tutta la giornata grazie a uno scenario luminoso pensato per scandire lo spazio. La sera si respira un'atmosfera tranquilla. I visitatori vivranno quindi un'esperienza immersiva nella terra del sol levante, ai tempi dei samurai.

Anche se l'obiettivo è sorprendere e adottare un concept esplosivo per il ristorante, la scelta dei materiali per lui è ovvia.

Fabien Roque ha mantenuto i suoi materiali preferiti per vestire il ristorante: ottone, velluto e marmo.

L'ottone sottolinea i contorni delle alcove e il marmo bianco è utilizzato per il bar riparato da due alcove appositamente unite per l'occasione, inoltre è stato progettato un bancone in marmo nero per far funzionare la magia. Qualche strizzatina d'occhio è presente nella decorazione, nelle spade o nella scultura di un guerriero samurai... una vera e propria messa in scena che immerge il visitatore nell'atmosfera Yakuza.

 



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

I più letti

1

Un nuovo posto di lavoro per RATP Habitat

2

Una villa sulle alture di Ibiza

3

L'hotel Kimpton St Honoré Paris apre le sue porte