frendeites

È una nuova esperienza a cui ci invita l'interior designer Fabien Roque. Dopo aver animato la capitale con le sue realizzazioni come Maison Albar Hotels le Vendome, il ristorante Yakuza di Olivier Paris, o anche Le Pley e le sue sale di registrazione, questa figura emergente del lusso svela un nuovo progetto questa volta rivolto alla natura e all'eco-responsabilità . 

A pochi chilometri dalla capitale, questa futura oasi di pace piacerà agli abitanti delle città in cerca della natura. 

Facendo eco agli spazi verdi che delimitano questo luogo di vita, Fabien Roque ha voluto integrare in tutte le aree dell'hotel, dalle 60 camere alle aree comuni, materiali naturali o riferiti alla natura. Così, le pareti sono ricoperte da una carta da parati simile alla rafia, i piani dei tavoli del ristorante sono in marmo verde del Guatemala, e c'è legno e canna in tutti gli spazi per dare un tocco caldo e accogliente. . Il tutto crea un'atmosfera deliziosamente rilassante.

Per dimostrare che la natura è regina, l'architetto ha integrato la vegetazione interna nelle aree comuni, lasciando trasparire una giungla lussureggiante. 

Questo desiderio di vegetazione e qualità si ritrova anche nel ristorante "A l'Epicerie" foodtime di Aix&terra e nella sua cucina da bistrot regionale, che mette in risalto i suoi chef e artigiani partner, una magnifica campana di formaggio alta più di 2 metri e quasi dello stesso diametro, bar, negozio di prodotti naturali, made in France e 50% biologico. 

E per perfezionare il benessere degli ospiti, la rete Atypio Hotels Resorts ha voluto la presenza dei suoi altri punti di riferimento, che sono la biblioteca 2.00, un magnifico cinema lounge e altre strutture ricreative a disposizione dei viaggiatori, con la graziosa etichetta di Fabien Roque.

 

Immagini ©: Copyright Roque Interiors

 



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE