frendeites

Come collegare un quartiere isolato al centro della città? Questa è la domanda che gli attori della città di Creil (60) hanno posto ai team dell'agenzia Espace Libre, paesaggisti e urbanisti, che stanno proponendo una soluzione di sviluppo che descrive in modo drammatico il paesaggio. Torna su un progetto che è al contempo discreto e straordinario.

"L'originalità di questa operazione è dovuta a un determinato proprietario del progetto che ha deciso di collegare un quartiere isolato del centro città con l'iscrizione di una rampa urbana attraverso una collina boscosa". È con queste parole che Maxime Saïsse, fondatore del laboratorio paesaggista, descrive il progetto Rampe à Creil.

La città di Creil è caratterizzata da un contesto urbano postbellico. Mentre il centro della città continua a vivere, un denso quartiere si è sviluppato sulle alture del comune, lasciando la collina boscosa che divide le due parti del comune. Una chiara rottura che solo una scala monumentale potrebbe quindi contrastare.

La missione di Espace Libre consisteva quindi nel creare un percorso più fluido che collegasse i diversi distretti di Creil, questa volta tenendo conto degli standard di disabilità. La riflessione si è concentrata sul ripristino ecologico del parco e sono stati condotti studi approfonditi sul sito, sul suo potenziale e sul suolo al fine di limitare l'impatto ambientale della costruzione.
Si tratta di costruire per migliorare la natura. I project manager si affidano quindi a una posizione discreta, rendendo i vincoli del terreno un punto di forza.

Per raggiungere una costa piatta, essenziale per l'uso di persone con mobilità ridotta, una passerella posta in fondo al percorso inizia il percorso che sale alle cime degli alberi e attraversa un parco inglese. Una vista sulla cima del ponte con una struttura in acciaio e una struttura in quercia e larice offre quindi una vista eccezionale sull'Oise e sul resto della città. Questa è la prima tappa di un percorso lungo 1,2 chilometri che comprende altri cinque: le radure di Laversine, il belvedere dell'incrocio, l'incrocio, il luogo dell'escursionista e la rampa. Di notte, le luci eleganti e sottili sublimano il percorso e aggiungono un tocco di magia alla corsa.

Un progetto con sobrietà poetica.

Titolo del progetto: Rampa urbana
luogo: Creil (60)
proprietario: Città di Creil
Project management: Spazio libero
zona: 4,4 ettari
Costo dei lavori: 3 700 000 € HT
Calendario: consegna 2017

Per ulteriori informazioni, visitare il sito il sito web di Espace Libre

Fotografie: Julien Falsimagne

Zoe Térouinard



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

I più letti

1

Un nuovo posto di lavoro per RATP Habitat

2

Una villa sulle alture di Ibiza

3

Il duo di designer di Studioparisien

Infarto !

Vincitore MIAW 2021: Portapivot: Mini-Max