frendeites

Il progetto nasce nell'ex parcheggio all'aperto della tenuta Pré l'Arpent, occupato principalmente da veicoli distrutti. Questo complesso residenziale, realizzato nel 1974 dall'agenzia Andrault et Parat, è costituito da un edificio a gradoni di tre piani con al centro un parcheggio al piano terra. I lavori su queste nuove strutture sono stati completati lo scorso novembre.

Come molti proprietari terrieri sociali, spinti dalla scarsità di terra, Valophis habitat sta cercando di sviluppare il proprio patrimonio abitativo aumentando la densità degli spazi aperti sulle sue proprietà. Qui il progetto consiste nell'erigere contro il timpano di questo edificio storico una nuova costruzione di una ventina di unità abitative, nella continuità del complesso residenziale di Pré l'Arpent.

Gli architetti hanno quindi proposto un volume costruito di tre livelli sospeso su un vuoto al piano terra che ospita i parcheggi. Per trovare gli strati orizzontali delle file confinanti, il volume presenta delle linee scandite da fasce. Il riempimento delle facciate tra queste linee è costituito da lastre di cemento bianco molto lunghe, che ricordano il mattone vicino.

L'ultimo livello, notevolmente arretrato, permette di alleggerire e orizzontalizzare la sagoma dell'edificio. La parte anteriore di questa mansarda è prolungata da una calotta in cemento che intensifica l'effetto di prua dell'insieme.

I materiali sono grezzi al piano terra (formato e muratura in cemento) e bianco ai piani superiori.

Questa sobrietà di materia, colore e volume scelta dagli architetti è in definitiva la reinterpretazione del vocabolario architettonico dell'edificio vicino: sagoma, espressione di orizzontalità, campate verticali, bimaterialità delle facciate comuni...

Ecco un bellissimo omaggio all'operazione di Andrault e Parat da parte dell'officina di Benjamin Fleury!

 

Immagini ©: David Boureau

 



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE