frendeites

“Tropicalizzare la città”: questo l'obiettivo di questo progetto dedicato alla medicina di domani. Tra natura e architettura, questo edificio di 8000 m² situato nel 15° arrondissement di Parigi è stato eletto edificio dell'anno 2022 da ArchDaily. Un'opera firmata dallo studio di architettura franco-brasiliano Triptyque.

Coniugare natura e urbanistica: questa è la sfida raccolta dai progettisti di questo nuovo tipo di progetto.

Tra questi troviamo l'architetto Olivier Rafaeli, il designer Philippe Starck che si è occupato della progettazione architettonica degli spazi di Villa M e della direzione artistica del progetto senza dimenticare Amanda Lehmann e Thierry Lorente (entrambi ideatori e designer).

Di proprietà del Gruppo Pasteur Mutualité, questo luogo ha aperto le sue porte nel settembre 2021 all'intera comunità sanitaria, ma anche ai residenti, ai viaggiatori e a tutti coloro che fanno della propria salute e del proprio benessere una priorità. 

Diversi spazi scandiscono la vita di questo enorme edificio di vetro, inclusi spazi per l'innovazione, il lavoro, la cura, il coworking e la ristorazione.

Ma il vero vantaggio di questa creazione architettonica è la sua facciata tropicale.

Qui l'uomo e le sue costruzioni non si oppongono più alla natura e ai viventi per tenere pienamente conto delle sfide ecologiche...

Stava a Villa M sfruttare la superficie a disposizione per potenziare la rivegetazione. Obiettivo: impiantare ove possibile a favore della biodiversità e fare attenzione a non utilizzare tecnologie ad alta intensità energetica. Scommessa riuscita. L'edificio abbonda di varie piante, comprese le specie medicinali (che vengono utilizzate in particolare nella preparazione di tisane). Come natura e cura vanno molto bene insieme...

Immagini ©: Michel Denance

 



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE