frendeites



Mentre gli altri riciclare i contenitori, argentino studio di architettura A77 riutilizza vecchie scatole di legno per modellare prototipi di abitazioni modulari, luce ed effimero. Un approccio low-tech, sostenibile e flirtare con l'arte e il design originale.

I membri dello studio di architettura A77, gli argentini Gustavo Dieguez e Lucas Gilardi sono da tempo interessati allo sviluppo sostenibile. Oggi con loro Plug and sistema liveÈ in termini di riciclaggio continuano la loro ricerca.

Questo progetto è iniziato nel 2005, quando scoprono, gettato nella spazzatura, un sacco di casse di legno utilizzato per il trasporto dei ricambi auto. In quel momento, Gustavo Dieguez e Lucas Gilardi iniziano la loro riflessione. Da questi fondi, progettano una serie di moduli per 11 funzioni dedicate per la costruzione di case effimere e sperimentare altri modi di vivere.



Il lavoro di Gustavo Dieguez e Lucas Gilardi ci invita a mettere in discussione le nostre abitudini di consumo e il loro impatto ecologico. Ma più che un semplice progetto di riciclo, il duo architettonico ci offre una vera e propria riflessione sull'habitat, modesto, effimero e transitorio, suggerendo nuovi modi di vivere.

Trova qui di seguito alcuni dei diversi prototipi realizzati:







Il lavoro di Gustavo Dieguez e Lucas Gilardi sono visibili fino a novembre 9 2008 a San Paolo, nell'ambito della mostra "Moradias Transitorias".

Per ulteriori informazioni, visitare Collegare e Live sistema.

Fonte: treehugger

Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

I più letti

1

Un nuovo posto di lavoro per RATP Habitat

2

Rientro in ufficio con Pernod-Ricard

3

MIAWs 2021: I vincitori

Infarto !