frendeites

Il National Monuments Centre sarà lieto di accogliere i primi visitatori dal 12 giugno 2021 alla scoperta delle aree del patrimonio dell'Hôtel de la Marine, che sono state completamente restaurate.

Il cortile principale e il cortile dell'Intendente con il tetto in vetro trasparente immaginato dall'architetto Hugh Dutton saranno poi liberamente accessibili da rue Royale o da Place de la Concorde, ricreando una nuova circolazione nel quartiere.

I percorsi negli spazi del XVIIIe e XIXe secoli e nel corso del loggia visitabile con un innovativo sistema di mediazione.

Nel giugno 2021, al termine di un'importante campagna di restauro e sviluppo avviata nel 2017, il National Monuments Centre aprirà ampiamente al pubblico le aree del patrimonio dell'Hôtel de la Marine. Il cortile principale, il cortile dell'Intendente con il tetto in vetro trasparente immaginato dall'architetto Hugh Dutton e la libreria-boutique saranno liberamente accessibili tutto l'anno da rue Royale o da Place de la Concorde, ricreando una nuova circolazione nel quartiere. L'Hôtel de la Marine sarà così ampiamente aperto al suo ambiente urbano.

La decisione, presa nel 2007, di concentrare in un unico luogo la sede del Ministero della Difesa, ha aperto la questione del futuro dell'Hôtel de la Marine. Il progetto di vendita ad un imprenditore che intendeva fare del monumento un "centro mondiale di creazione e cultura" denominato "La Royale" ha suscitato molte riserve a causa della sua natura essenzialmente commerciale. Posta sotto la presidenza di Valéry Giscard d'Estaing, nel 2011 è stata istituita una commissione per formulare raccomandazioni sugli usi futuri del monumento. Il suo lavoro ha portato a mettere in luce tre principi fondamentali: mantenere l'Hôtel de la Marine nella sfera pubblica, aprire il monumento a un vasto pubblico sotto la guida di un'istituzione culturale di riferimento, e infine il principio di "funzionamento redditizio del sito per finanziare i lavori di restauro e coprirne i costi di esercizio.

Il progetto del National Monuments Centre (CMN) per l'Hôtel de la Marine soddisfa pienamente questi requisiti ed è una continuazione della prestigiosa storia di questo monumento. Usa i suoi punti di forza per farne un nuovo sito emblematico dell'attrattiva turistica di Parigi e dell'influenza internazionale della Francia. Su richiesta delle autorità pubbliche, la CMN svilupperà attività che evidenzieranno sia l'eccezionale patrimonio rappresentato dall'architettura di Gabriele, le decorazioni e le opere d'arte del XVIII e XIX secolo, sia una serie di temi associati da allora. l'influenza della Francia, come le arti decorative, le stoviglie o l'arte dell'ospitalità.

Un luogo di vita

Verrà sviluppato un programma di eventi per soddisfare tutti i tipi di pubblico (famiglie, appassionati di scoperte, appassionati di architettura, ecc.). Dopo l'apertura del monumento sarà inoltre sviluppata un'offerta formativa. L'Hôtel de la Marine non sarà solo un luogo da visitare. Oltre alle aree del patrimonio accessibili tramite l'acquisto di un biglietto, il cortile principale dell'edificio sarà aperto a tutti senza biglietti d'ingresso. Parigini, residenti e turisti potranno attraversare il cortile, che si apre su Rue Royale e Place de la Concorde, passeggiarvi e scoprire il monumento restaurato. I parigini ei pedoni di tutto il mondo sono quindi invitati a rivendicare appieno Place de la Concorde e il suo monumento emblematico dell'arte di vivere francese.

I piani superiori saranno dedicati al coworking: ubicati al 2° e 3° piano, la società di coworking Morning offrirà 6076 m2 in affitto alle aziende in cerca di spazi di lavoro.

Nel cortile principale e sotto i portici di Place de la Concorde, il Café Lapérouse proporrà, da giugno e per tutta la giornata, un menù salato e una selezione di dolci.

In una seconda fase, un ristorante aprirà le sue porte sotto la guida dello chef Jean-François Piège, sempre nel cortile principale.

Oggi il monumento svela al pubblico i suoi ritrovati splendori che ne scopriranno tutta la storia e la metamorfosi.

Prezzi dei corsi a partire da € 13.

 

Per visitare il sito, clicca QUI



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

I più letti

1

Un nuovo posto di lavoro per RATP Habitat

2

Una villa sulle alture di Ibiza

3

Il duo di designer di Studioparisien