frendeites



Realizzato in carta e cartone riciclato, la "Casa Mondiale della Universal" è una soluzione abitativa di emergenza progettata per i poveri. Un edificio verde, facile da implementare e poco costoso.

Progettato dall'inventore svizzero Gerd Niemöller e prodotta dalla società "The Wall AG", la "Universal World House" è una soluzione adatta all'accoglienza di sfollati e popolazioni in grande povertà.



Leggero ed economico, facile da montare, ecologico e antisismico, offre una superficie abitabile di 36 mq per un prezzo di 4 €. Comprende una camera da letto convertibile che può ospitare fino a 000 posti letto, una doccia, un WC e una terrazza coperta.



Le sue pareti divisorie sono realizzate con pannelli alveolari di cellulosa con l'aggiunta di resina, cartone riciclato e giornali. L'aria che riempie la loro struttura alveolare funge da isolante termico. Secondo il suo progettista, la carta impregnata di resina utilizzata per la "Universal World House" la rende estremamente resistente nel tempo. La struttura della casa è montata su un blocco di ancoraggio che porta il peso dell'intera costruzione a 800 kg.



Secondo Gerd Niemöller "Il numero di migranti e rifugiati che vivono in alloggi di fortuna aumenterà con il cambiamento climatico". La sua creazione appare quindi come una possibile risposta a crescenti bisogni. Ad oggi, un'azienda nigeriana ha già effettuato un ordine per 2 di queste case. Secondo quanto riferito, ulteriori consegne sono previste in Zimbabwe e Sud America.



Fonte: Ener Zine


Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

Infarto !

CUPACLAD: rivestimento durevole ed estetico in ardesia naturale