frendeites

In estate, Clos Lucé è vivo anche di notte. Spettacoli, passeggiate musicali o spettacoli circensi a lume di candela illuminano le sue serate.

Le Clos Lucé svela la sua selezione di appuntamenti notturni per scoprire il suo castello e il suo parco sotto una nuova luce. In programma: Notturni teatrali il 15, 16 e 17 luglio alle 21:30 e Passeggiate notturne il 12 e 13 agosto dalle 20:30 a mezzanotte!

Il successo dei Nocturnes théâtrales nel 2021, con lo spettacolo Sogno di una notte di mezza estate di Shakespeare, diretto da Didier Girauldon e Constance Larrieu, non poteva restare senza un seguito. Tre serate, il 15, 16 e 17 luglio, sono dedicate a La Nuit des Rois dello stesso autore. Al calar della notte, il castello diventa l'incantevole scenario dell'opera teatrale di William Shakespeare. La dodicesima notte è una commedia scritta al culmine del suo splendore tra il 1600 e il 1601.

Eseguiti dal vivo su strumenti d'epoca, canzoni della tradizione italiana, tarantelle e opere del repertorio elisabettiano contemporaneo di Shakespeare (come Purcell o Dowland) si affiancano a brani della musica odierna.

Lo spettacolo è adattato specificamente per Clos Lucé dal regista Didier Girauldon, direttore del dipartimento di recitazione del Conservatorio di Orléans, in collaborazione con Constance Larrieu, regista e musicista. Didier Girauldon e Constance Larrieu offrono qui una versione ritmica, nello spirito del teatro dei cavalletti, incentrata sull'intrigo, la poesia e l'umorismo, specifici delle grandi commedie shakespeariane.

Le Passeggiate Notturne 2022 onorano la natura tanto cara a Leonardo.

Il 12 e 13 agosto ospiteranno lo spettacolo "Wald" (foresta) della compagnia circense Right Way Down e "Léonard au naturel", spettacolo del pianista Patrick Scheyder dedicato a questo folle amante della natura e della vita sotto tutti le sue forme, allo stesso tempo artista, ingegnere, botanico.

Combinando musica e testi, questa creazione riunisce Patrick Scheyder, l'attore Jean-Claude Drouot, Denis Cheissoux, giornalista e produttore del programma "CO2 mon amour" su France Inter, Mostafa Fahmy al violino, Samir Homsi all'oud e Abdelghani Benhelal sul canto.

Le arti dello spettacolo e la natura sono particolarmente premiate nell'edizione 2022 di Flâneries nocturnes. Leonardo da Vinci è affascinato dalla natura; lei è la sua padrona assoluta. Cresciuto nella campagna toscana fino all'età di 14 anni, Leonardo imparò a conoscere le piante ea comunicare con animali come i cavalli. Ammira anche la forza degli elementi naturali. Nei testi di rara bellezza, Leonardo da Vinci identifica “corpo umano” e “corpo terreno”. Pensa che il mare sia il sangue della Terra, che i fiumi e i ruscelli siano le sue vene.

 

Immagini ©: Léonard de Serres

 



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

Infarto !

CUPACLAD: rivestimento durevole ed estetico in ardesia naturale