frendeites

Quando un marchio di mobili di alta gamma made in France si confronta con una galleria d'arte dedicata alla street art, il risultato è un pezzo artistico unico: la chauffeuse Saparella in questo caso... 

Il mondo di Cinna è un mondo in cui le idee ricevute sono fatte per essere sfidate. A Cinna è sempre piaciuto confrontarsi con circoli artistici le cui intuizioni spesso plasmano gli stili di vita di domani.

Sempre moderna, certamente un precursore, a volte iconoclasta, Cinna si è avvicinata alla galleria L'Atelier Unik, che difende i talenti della Street Art per creare pezzi singolari e unici.

Per questa prima collaborazione, Cinna e L'Atelier Unik infrangono i codici della chauffeuse Saparella e scelgono l'artista Maliss per realizzare una prima opera di Street Art. Ristampa di un modello pionieristico uscito nel 1965, Saparella di Michel Ducaroy è composta da dodici pezzi perfettamente distinti grazie a cuciture ben marcate.

Maliss è partito da questa osservazione per dare libero sfogo alla sua immaginazione con due forti convinzioni: il desiderio di intervenire sulla poltrona da caminetto affinché sia ​​un'opera completa e unica, offrendo al contempo la possibilità di continuità artistica, in caso di realizzazione di un divano da una giustapposizione di sedie basse.

Così Maliss realizzò non una, ma dodici opere d'arte sulla poltrona da caminetto: le otto strisce orizzontali, il fondo del sedile, lo schienale ei fianchi. Da sola o moltiplicata, la sedia bassa resta un pezzo unico.

 



Logo-ML SiteADC

di architettura in edicola

D'A
 

display pop-up RIVISTE

Infarto !

CUPACLAD: rivestimento durevole ed estetico in ardesia naturale